Chi ha vinto le amministrative (analisi di soli numeri, astenersi perditempo).

C’è chi parla di centrosinistra avanti in 16 capoluoghi e chi parla di flop del Movimento 5 Stelle. C’è anche chi parla di un Partito Democratico che, a Roma, è dimezzato. Pochi, forse nessuno, ha notato l’inesistenza di Scelta Civica e Montiani che, a livello locale, praticamente non si presentano da nessuna parte.

Alle numerose analisi che i più dotto editorialisti ci stanno proponendo in queste ore, dalle quali deducono la bocciatura dell’elettorato grillino all’operato dei loro portavoce in Parlamento, aggiungo la mia, preceduta da una considerazione: il voto alle amministrative è profondamente diverse rispetto al voto alle elezioni politiche e, per certi versi, più simile al voto alle elezioni regionali. Si vota il candidato, la scelta è secca, le conseguenze della mia scelta hanno ricadute molto prossime, sia fisicamente che politicamente. Alle elezioni amministrative, quello che viene chiamato  “voto di protesta” è fisiologicamente smorzato da questi fattori. Lo abbiamo visto benissimo in Lombardia, dove il 24 e 25 febbraio Silvana Carcano – candidata presidente del M5S – ha ottenuto 782mila voti, contro oltre 1.100mila ottenuti dal M5S, in Lombardia, alle Politiche.

A tutto ciò dobbiamo aggiungere un altro elemento: l’astensione. Rispetto al 24 e 25 febbraio è aumentata di diversi punti percentuali.

Muovendo da qui, ho considerato e paragonato i risultati delle regionali a Roma e a Brescia con quelli delle amministrative di questi giorni. I votanti sono diminuiti rispettivamente di 383mila unità (-23,5%) e di 20mila unità (-17,8%).

Guardando i voti espressi a Brescia e a Roma e paragonandoli con il voto delle regionali otteniamo:

VOTANTI CSX CDX M5S PD
Brescia -20089 -15080 -8300 -5405 -8404
Roma -383065 -202628 -27837 -167258 -158629

In termini percentuali otteniamo:

VOTANTI CSX CDX M5S PD
Brescia -17,8 -30,5 -19,5 -45,1 -28,3
Roma -23,5 -28,3 -7,1 -52,8 -37,2

Quel che è interessante notare è che tutti i principali schieramenti perdono voti, discostandosi in maniera quantitativamente differente rispetto all’astensione. Da notare che gli unici risultati “confortanti” sono quelli del centrodestra, che a Brescia registra un calo di voti in linea con l’astensione e a Roma è riuscito a neutralizzare l’astensione e ad andare in positivo.

Per misurare quanto si discostano dall’astensione ho semplicemente “spalmato” l’astensione registrata alle comunali sul voto delle regionali, e ho guardato quanto si discosta il risultato reale da questo risultato teorico al netto dell’astensione (spalmata grossolanamente su tutti gli schieramenti, ma diffidate anche di chi politicizza l’astensione).

Di seguito i risultati, in termini di voti assoluti e percentuali:

Scostamento dal risultato teorico al netto dell’astensione (assoluto).
CSX CDX M5S PD
Brescia -6277,4 -713,1 -3270,2 -3124,9
Roma -34521,2 64323,9 -92781,1 -58464,0

Scostamento dal risultato teorico al netto dell’astensione (percentuale).
CSX CDX M5S PD
Brescia -15,4 -2,0 -33,2 -12,8
Roma -6,3 21,4 -38,3 -17,9

A Roma, praticamente, ha vinto il centrodestra. E a Brescia ci è andato molto vicino.

Il calcolo è puramente matematico e ho esplicitato le condizioni di partenza, così come ho esplicitato che “spalmare” l’astensione può non essere politicamente corretto. Però, appunto, le considerazioni politiche le lascio ad altri.

Annunci

15 thoughts on “Chi ha vinto le amministrative (analisi di soli numeri, astenersi perditempo).

  1. mah, se fosse così come scrivi sull’astensione, il dato sarebbe più confortante per il PD in vista dei ballottaggi…
    insomma, mi pare di capire che il centrodestra a minori possibilità di recupero di quanto non si sostenga in giro.
    certo, questo a meno di non immaginare che gli elettori di M5S votino CDX…. cosa non da escludere, ma certo non compattamente.

    però ammetto di non comprendere la tua analisi sul voto “spalmato”….

    • Vero, potenzialmente il csx ha dei margini positivi per il ballottaggio.

      Ho “spalmato” l’astensione indistintamente su tutte le forze in gara. Operazione non correttissima, ma allo stesso tempo non mi sembra neanche correttissimo – anzi, forse è ancora meno corretto – dire che l’astensione proviene tutta da una parte (su quali dati?) solamente per poter dire che è stato un flop del M5S e quindi risalire alle cause del flop.

      • allora, se ho capito bene, anche in questo caso la “crisi” (definizione certo impropria) di M5S sembra dimostrata.
        se l’astensione fosse direttamente collegata a M5S, lo stesso avrebbe ancora margini di recupero.
        ma se la si “spalma” fra tutte le forze politiche, ne consegue che i margini per M5S sono molto più assottigliati, ergo che la sua è una decrescita reale

  2. Dando per buono l’assunto e lasciandoti spalmare anche l’astensione, non calcoli per nulla il peso delle liste civiche, le quali hanno un peso rilevante nelle amministrative. Poi se vuoi far emergere che il pd perde alla grande..auguri! La pravda ti smentirà e l’apparato ti manderà in viaggio premio a Vladivostock.

    • Anche alle regionali ci sono le liste di supporto al candidato. In Lombardia, quella di Ambrosoli, per esempio, ha preso il 7%. Comunque ho riportato anche il dato di tutto il centrosinistra – non solo quello del PD – da confrontare con centrodestra e m5s.

  3. Pingback: Le elezioni e il prezzo del cacao | Andiamo a Berlino

  4. Pingback: Analisi del voto 2/ Vince chi ne perde di meno | paneroseontheroad

  5. Non ho avuto modo in questa tornata elettorale di valutare di persona il reale andamento del voto, cosa possibile solo spulciando i dati reali del web mentre risulta assolutamente impossibile seguendo gli altri media, ovvero tv e giornali. Immaginavo (visto il trend degli ultimi anni) che per il PD le cose non fossero andate come la nomenklatura del partito intendeva far credere e come probabilmente è riuscita a far credere nell’ormai infinito tentativo di autoconservarsi. La tragedia, a mio avviso, è che chi dovrebbe informare, in realtà, è appunto il principale complice (e spiace dovere usare tale definizione di stampo vagamente qualunquistico, però è quella che maggiormente calza) della casta. O forse no, forse sono veramente tutt’uno e rappresentano 2 facce di quell’establishment italiano impossibile da scalfire. Perché basterebbe che i media facessero quello che facevano fino a 15-20 anni per smascherare le menzogne dei dirigenti di partito, per rendere impossibili dichiarazioni che fanno a pugni con i più elementari principi dell’aritmetica. Lo ricorda qualcuno? Una volta, insomma, si diceva la verità, non si riportavano percentuali fuorvianti, semplicemente si riportava il numero dei voti ottenuti, e non serviva essere Mannheimer o Piepoli per capire come erano andate le cose. Era così semplice: Partito X, voti ottenuti Y, voti ottenuti alle precedenti elezioni (politiche o amministrative a seconda dei casi) voti ottenuti alle elezioni più recenti K. Tutto qua. Che lo facciano i berlusconiani è comprensibile, che lo facciano i suoi partigiani in Rai anche, che lo faccia quel servizio pubblico “indipendente” o che si ispira allo schieramento progressista è francamente insopportabile.

  6. SINTESI CHE QUALCUNO HA FATTO 1 (per risparmiarvi tempo, qualora crediate di stare nel paese dei balocchi dove c’è veramente libertà e giustizia oltre ai diritti, cosa che alcuni di Voi certo sanno già non essere, ma qualora Voi vogliate comunque collaborare a svegliare la gente, considerato il livello di corruzione e tutele ricevute da alcune lobby e sette temporaneamente utili…) Busto Garolfo e non solo. Sette, club, partiti, gruppi organizzati di vario genere, con stalker, mafiosi, paramilitari, militari ed agenti deviati, pubblici e privati, professionisti e dipendenti, usano, a distanza dagli obiettivi e senza che siano in vista, armi ad energia diretta di potenza e strumenti generanti segnali quantistici interferenti con i segnali biofisici del corpo umano, piccoli dispositivi portatili per ledere, debilitare, intimidire, screditare mediante collusioni, disturbare, interferire con elettrodomestici ed automazioni oltre a telecomunicazioni. Sono usati quanti in “forme” invisibili ad occhio nudo, pertanto si può essere bersaglio e percepire sintomi ed effetti nell’immediato oppure no, se sono colpiti intensamente o significativamente i neuroni sensori oppure no. Si tratta di “ologrammi invisibili“: multi sorgenti e composizioni di effetti-segnali quantistici diretti nei volumi bersaglio ove si verificano interferenze significative. Per rendere dubbie le denunzie sono manovrate-colpite conoscenze ed usati Sanitari per screditare. http://web.archive.org/web/*/https://resistendoallafine.wordpress.com/copia-incolla-segnalazione SINTESI CHE QUALCUNO HA FATTO 2 (per risparmiarvi comunque tempo, perché le cose “pesanti” e lunghe le leggono in pochi e spesso le evitano quelli che non le conoscono affatto, creando quel “libero agire” dei criminali consapevoli del menefreghismo) In Busto Garolfo Mi-IT, e probabilmente altre località, individui collusi in associazioni a delinquere (come mafie) e/o di Stalker Organizzati a Gruppi (mercenari, terroristi, neonazisti, satanisti, adepti di sette, dipendenti di: Forze dell’Ordine – sicurezza – pubblica e privata, Servizi d’Intelligence e Militari od Ex-Militari Italiani e stranieri) che “operano” ed agiscono (in base o comunque a favore di piani strategici e “politici” imputabili all’Intelligence ed altri apparati degli U.S.A., finanziati per indebolire la nostra Economia, Società, ricchezza, Influenza Internazionale), in accordo con dipendenti e professionisti collusi collegati a società Straniere ed Italiane (connesse ai comparti chimico-farmaceutico, dell’aviazione-Difesa-Armamenti, Telecomunicazioni satellitari e terrestri, connesse a comparti gestione-manutenzione di Torri TLC, d’Informatica, Biotecnologie, scienze bio-chimiche-fisiche, sanitari, oltre ad altri), utilizzando a distanza dalle Vittime Civili (lunghi periodi e/o diversi anni, più o meno intensamente con crescente “spudoratezza”) “armi ad energia diretta” e strumentazioni di potenza o per segnali interferenti con biologia, per danneggiare, disturbare-bloccare il funzionamento di dispositivi elettronici (rimediabile spostando i dispositivi, “schermandoli”), incluse le antenne-automazioni, elettrodomestici e computer, firewall e server, cavi dati e telefonici, telefonini cellulari, cavi elettrici (applicazioni a Caronia?), per ledere le cellule, i tessuti (anche nervoso), gli organi del corpo Umano, disturbarne selettivamente il ‘funzionamento’ bio-chimico-fisico, intimorire/estorcere. Colpite-intimidite-plagiate Vittime primarie e loro conoscenti-parenti, cercate-proposte-intimate collusioni, usate forse evoluzioni del c.d. effetto Allan Frey. Finalità: muovere soldi e proprietà verso collusi e fare tacere-screditare-annichilire Vittime-”pericoli” per gruppi-mandanti. Possibile che siano creati-usati Profili fasulli (temporaneamente) su Social-Network per screditare le Vittime. Vittime sono seguite (in senso lato) tramite localizzazione ed intercettazione, abusive, di segnali provenienti ed/od indirizzati ad i dispositivi per telecomunicazioni. Sottolineo che sono coinvolti informatici, dottori (psiche), CC-Militari, altri dipendenti ICT. Possibile che Vittime siano oggetto di stalking telefonico “non tradizionale”: usate, come chiamante, numerazioni altrui (diverse dal chiamante) per indurre in errore “bersagli”, effettuate-deviate chiamate senza passare da centraline del gestore usando intromissioni fisiche ed/od elettromagnetiche su cavi delle comunicazioni (inviando segnali tel-net ed altri). Riguardo eventuali assoggettamenti ad effetti “simil” A. Frey si invita a non cadere in misticismi e plagi. VERSIONE INTEGRALE DELLA SEGNALAZIONE SULLA ‘NDRANGHETA ED ALTRE MAFIE A BUSTO GAROLFO E SULLA COLLUSIONE D’INTELLIGENCE E FORZE DELL’ORDINE E MAGISTRATI ED AVVOCATI E DOTTORI-MEDICI-FARMACISTI E POLITICA NEL MILANESE ED IN EUROPA ALLA FIN FINE – REGIA USA – CAVIE UMANE – SPERIMENTALI TENTATI OMICIDI PER COPRIRE ESPERIMENTI INFORMATE ALMENO SUI METODI, NE VA DEL MERIDIONE E DEL RESTO DELL’ITALIA, SONO I “NUOVI” METODI CRIMINALI: COME FATTO AL SUD, FANNO AL NORD. LA GUERRA FREDDA DELLA “PSICO(IN)CIVILIZZAZIONE” STATUNITENSE – LE MAFIE PER FINI IDEOLOGICI – LA VESSAZIONE PER FINI POLITICI – LA VESSAZIONE MAFIOSA PRO-ELITARIA PER LA SPARTIZIONE ELITE / SOTTOMESSI. CONCORDIA. https://resistendoallafine.wordpress.com/copia-incolla-segnalazione/ (in copia d’archivio, selezionando l’ultimo cerchio colorato in calendario) http://web.archive.org/web/*/https://resistendoallafine.wordpress.com/copia-incolla-segnalazione/ In Busto Garolfo (Mi – Italia), non potendo escludere altre località in Provincia (ad esempio Parabiago) ed Italia, vi sono individui collusi in associazioni a delinquere di stampo mafioso e collusi in associazioni di Stalker Organizzati a Gruppi non dissimili dalle mafie, costituite da mercenari, mafiosi, terroristi, neo nazisti, satanisti, stalker, dipendenti delle Forze dell’Ordine e forze di sicurezza pubblica e privata, dipendenti di Servizi d’Intelligence e Militari od Ex-Militari Italiani, che “operano” ed agiscono (in base o comunque a favore di piani strategici e “politici” che non possono non appartenere all’Intelligence ed altri apparati degli U.S.A., anche perché sono finanziati, in cima, da coloro che hanno interesse ad indebolire la nostra Economia, Società, ricchezza, Influenza Internazionale), in accordo con dipendenti e professionisti collusi collegati a società Straniere ed Italiane (connesse ai comparti chimico-farmaceutico, dell’aviazione, della Difesa, incluso quello degli Armamenti, Telecomunicazioni satellitari e terrestri, connesse alla gestione-manutenzione di Torri TLC, d’Informatica, Biotecnologie e connessi alle scienze biofisiche e biochimiche, connesse a comparti sanità, oltre ad altri), utilizzando a distanza dalle Vittime Civili Inermi, per lunghi periodi e più o meno intensamente, in un arco temporale di diversi anni e con crescente spudoratezza, vere e proprie “armi ad energia diretta” e strumentazioni di potenza o per segnali interferenti con biologia, realizzate allo scopo, per danneggiare e/o disturbare e finanche bloccare il funzionamento di dispositivi elettronici (rimediabile, temporaneamente, spostando i dispositivi o “schermandoli” ove possibile), incluse le antenne per automazione, elettrodomestici e computer (es. ingenerando “errori” computazionali e con-seguente incremento di carico), firewall e server, cavi dati e telefonici, telefonini cellulari (segnale di rete, wi-fi, finanche ricezione gps), cavi elettrici (vengono a mente gli episodi di Caronia non per gli effetti, diversi, ma per la relazione con le possibili origini dei fenomeni che potrebbero anche “evolvere” con intensità diverse), per ledere le cellule ed i tessuti, incluso quello nervoso, gli organi del corpo Umano, disturbarne selettivamente il normale ‘funzionamento’ biochimico-biofisico, intimorire/estorcere. Oltre alle Vittime, vengono presi di mira conoscenti, parenti, rendendoli se possibile, collusi de facto, magari usando in taluni casi evoluzioni dell’effetto descritto da Allan Frey al fine d’intimidire e plagiare. L’uso di strumentazioni ed “armi ad energia diretta” (probabilmente piccoli, trasportabili e nascondibili laser a frequenza variabile, maser, antenne o parabole modificate, dai ‘consumi elettrici domestici’, o chimicamente alimentati anche tramite piccoli generatori) forse sfruttanti l’emissione di multiple tipologie di radiazioni elettromagnetiche non-ionizzanti (o debolmente) specifiche, in funzione della chimica “da colpire” presente in un volume (forse, finanche capaci di interferire con specifico DNA, forse sulla base di nozioni afferenti le scienze biofisiche, biochimiche, le teorie dei segnali), in funzione delle molecole ed ioni presenti in un volume, è, per le Vittime colpite, potenziale e/o effettiva causa di tumori, infarti, dolori, malori, debilitazione del sistema immunitario, patologie, possibile spiegazione per sospette ed inspiegabili morti, anche nel sonno, anche in quanto possibile causa di gravi e mortali problemi celebrali (alle radiazioni e.m., ionizzanti oppure no, si può essere sensibili se sensibilizzano-eccitano la chimica dei neuroni sensori oppure no, se ne eccitano altra) oltre a temporanei problemi “senza traccia” futura. In sintesi si tratta di “ologrammi invisibili“: con multiple sorgenti e sfruttanti le composizioni di effetti-segnali-impulsi quantistici diretti nei volumi bersaglio, volumi ove vi sono già caratteristiche quantistiche a “complemento” degli effetti e dunque unici volumi, specifici, ove si verificano interferenze significative. I criminali, per colpire, necessitano di conoscere la posizione “approssimativa” dei bersagli e di affinare il dettaglio dei dati, di incrementare la precisione temporale (per sintonizzare la partenza-arrivo dei segnali-impulsi), di incrementare la definizione spaziale (per centrare ove serve gli strumenti e ridurre i consumi a parità d’effetti) Usano sistemi complessi per effettuare analisi con l’interferometria e la spettroscopia avanzate ed ausiliate da complicati algoritmi “correlanti” diversi elementi d’indagine simultanea, mediante flussi magnetici ed elettrici nonché di fotoni, in microonde, terahertz ed onde lunghe o cortissime in grado di attraversare le pareti (usando multiple emittenti e rilevatori, probabile anche “l’uso” di sistemi satellitari o terrestri di dimensioni “non domestiche”), per determinare le sostanze chimiche lungo il percorso imposto ai flussi e sulla base di fenomeni quantistici di riflessione, scattering, ecc… “Analizzano” i volumi gli ambienti, le persone (ledendole nel lungo periodo anche soltanto per le analisi e se non ne facessero un uso appositamente lesivo come invece fanno, non è diagnostica medica, è mafia e crimine, sperimentazione illegale) mediante semplici tecniche note ad ingegneri neanche troppo esperti. I criminali individuano la posizione delle persone negli edifici mediante strumentazioni simili a radar e presumibilmente basate sulla rilevazione delle “onde riflesse” dalla chimica organica. E’ possibile che il sistema venga utilizzato, su individui, per trasferire script sotto forma di ‘impulsi’ al sistema nervoso, sugli assioni nervosi principali e relativi a tatto, udito e vista, oppure per rendere ‘difficoltoso e pesante’ il pensiero. E’ possibile che gli strumenti vengano nascosti in cavedi od in pareti, potendo emettere radiazioni e.m. attraversanti le stesse, comandati dalla distanza in remoto in quanto dotati di automatismi e meccanismi di puntamento si suppone (presumibilmente, allo scopo di eludere controlli). L’invio di e-mail e commenti sul web, salvataggio dei dati è compromesso sia in quanto i criminali legati all’Organizzazione Locale usano dispositivi interferenti quantisticamente con l’elettronica, sia in quanto sulle linee telefoniche e dati sono presenti illegali filtri (considerati i coinvolti, disposti forse in nodi della rete telefonica o internet, a meno di abusive estensioni delle linee altrui al fine di “raggiungerli”); quanto espresso, a meno di pensare a sistemi d’intercettazione con strumenti d’intelligence (sigint, strumenti di guerra elettronica – solo corrotti in Aziende oltre ad Agenti deviati Italiani tra i quali Carabinieri ed EX o forse anche coinvolti tra l’N.S.A. di Como?) in grado d’identificare, oltre a rilevare, il significato degl’impulsi lungo i cavi dati, dalla distanza, sovrapponendovi-trasferendovi variazioni quantistiche, significative come impulsi elettrici-dati errati o diversi, al fine di tagliare il contenuto delle trasmissioni in particolare quando già inviate con lo stesso contenuto (dunque noto, come in effetti spesso accade inviando questa segnalazione, come è certamente accaduto inviando e-mail con allegati senza che io ed altre probabili Vittime l’abbiano saputo) oppure quando parte del contenuto della serie d’impulsi elettrici-dati comprende contenuti indicati da una serie di parole, tra serie di parole (ovviamente decodificato, essendo i sistemi informatici e di comunicazioni tutti testati-catalogati-retroingnegnerizzati al fine di potervi agire “di forza” in operazioni d’intelligence-guerra elettronica-informatica conoscendo a priori i codici comunicativi, gli standard hardware-software ed i tracciati dei circuiti). Ovvio che se i delinquenti rilevano dati sulla linea o circuiti, anche con “semplici” strumenti rilevatori-interferenti possono corrompere il contenuto di parte dei dati, che in termini probabilistici capiterà siano “malformati” (l’Organizzazione Criminale Locale usa forse questo sistema per rallentare e “distrurbare” le operazioni informatiche). E’ possibile che le linee telefoniche e la privacy nelle telecomunicazioni delle Vittime, vengano violate illegalmente da individui non necessariamente appartenenti allo stesso gruppo locale, anche perché è probabile che la regia dei crimini, chi ha più potere tra i gruppi, operi avvicinando ulteriori individui da coinvolgere facendo leva su “storielle” e fasulle garanzie di farla franca, dunque mentre un gruppo dipinge una situazione per crimini facili, anche adatti a Stalker Organizzati, l’altro gruppo si adopera per ridicolizzare la Vittima colpendola all’insaputa dei futuri collusi, in accordo all’altro gruppo da più tempo parte dell’associazione criminale. Sollecito a non disinteressarsi dei metodi e di cosa sono capaci ad oggi alcuni gruppi criminali e stalker organizzati. Le nuove Vittime non devono cadere nella disperazione perché non capiscono cosa accade quando gruppi criminali usano questi metodi e strumenti (niente di paranormale, è da evitare lo scambiare lesioni dovute a quanto sopra per malattie ad altro dovute – nemmeno dovrebbero essere screditate dagli stessi apparati dello Stato perché se per curare dalle Mafie si usa la psicologia i nipoti di chi vive oggi vivranno un Italia orribile sia che saranno onesti sia che non lo saranno perché sfasciata da tempo con l’azione superficiale o corrotta dello Stato malmesso). Bisogna pensare alle Donne, a Minorenni ed ai rischi connessi a sfruttatori che dispongono di tali sistemi ed i favori da parte di alcuni deviati nello Stato. L’annichilimento determinato dallo Stalking, la riduzione delle possibilità per le Vittime di esercitare i propri diritti, incluso quello al lavoro (impossibilitandolo, ostacolandolo, togliendolo), possono essere finalizzate anche all’induzione in schiavitù ed alla prostituzione. Lo Stalking Organizzato e le mafie sono, per le Vittime, la medesima cosa, anzi il primo è più annichilente, più distruttivo: dal primo ci si può tutelare con maggior difficoltà, in quanto i Gruppi di Stalker costituiscono proprio Nuove mafie anonime, sconosciute, anomale, più dinamiche, ramificate e derivate da un costume educativo e criminale in via di crescente diffusione. Gli strumenti ed il metodo criminale, essendo stati implementati, sono probabilmente utilizzati oltre che, contro singoli Civili come nel caso di chi scrive, anche per ‘controllare’ la prostituzione e/o danneggiare onesti imprenditori ed imprese a vantaggio dei collusi, senza che nemmeno si accorgano della ‘mano invisibile‘ delle “armi ad energia diretta”: le conoscenze e le Vittime possono essere colpite alla testa, secondo la volontà del criminale che utilizza gli strumenti, in modo specifico e per lunghi periodi di tempo, determinando l’emersione di differenti condizioni emotive e stati mentali (per esempio allo scopo di rendere difficile tra loro la comprensione degli avvenimenti) in funzione delle aree celebrali e della chimica sollecitata. Anzi che verificare seriamente, Carabinieri in accordo con personale sanitario lasciano esasperare le Vittime che hanno già fatto segnalazioni e poi mettono a tacere le stesse Vittime impedendo la formalizzazione delle denunzie, screditandole richiedendo Trattamenti Sanitari, facendole passare per pazze (ripeto, senza avere fatto alcuna verifica nemmeno formale) di modo da mantenere il silenzio e permettere il continuare delle sperimentazioni ed attività illegali (cosa che come minimo produce la progressiva perdita di controllo Democratico e Civile del Territorio, cosa che indebolisce lo Stato e rafforza temporanei “utili” privati e costanti “competitori” economici-sociali-ideologici-politici, più o meno criminali). In sostanza il Territorio viene utilizzato come campo di sperimentazione, una sorta di Lager a cielo aperto, gestito da reti criminali, mercenarie, paramilitari, già diffuse ed/od in costruzione, di delinquenti organizzati, reti abituate al crimine, infiltrate, influenzanti e danneggianti le Istituzioni, la Società, l’Economia, la Politica, Gruppi Religiosi e Sette (es. Scientology, Testimoni di Geova, ove certo sono infiltrate anche per sfruttare tipologie più ampie di plagio data la natura degli strumenti usati), di modo da creare le condizioni per trovare nuove Vittime e collusi carnefici da ricattare ed usare; reti che, viste le tendenze economiche nella NATO, favoriscono determinati Stati (U.S.A.), individui od Aziende e Corporazioni; reti abituate al crimine ed alla violazione di quanto sancito dalla carta ONU dei Diritti dell’Uomo ed in genere dei Diritti Umani, oltre che Civili, delle Vittime-cavie, identificate come assoggettabili alle sperimentazioni illegali o rese idonee allo scopo, catalogate, isolate mediante operazioni di plagio, soggette a multiple e crescenti vessazioni nel tempo. Tra i criminali collusi di gruppi come sopra organizzati, vi sono professionisti e dipendenti collegati al settore dei Servizi alla Persona e Servizi Sociali e dei centri per la cura delle malattie della psiche che, loro malgrado od al contrario con cognizione ed interesse, trattano non-malati, temporaneamente ed artificiosamente ‘trasformati’ e/o fatti passare per tali mediante ‘l’interferenza attiva’ di dispositivi esterni, divenendo come minimo complici di reati e violazioni di diritti, di ulteriori lesioni e danni creati dalla somministrazione di sostanze chimiche ‘terapeutiche’ per malattie che non esistono, facendo guadagnare in particolar modo chi produce, distribuisce tali sostanze, arrecando invece danno sociale, economico, finanziario alla Nazione, creando dipendenza, permettendo il continuare, nel silenzio, delle sperimentazioni sulla popolazione da parte di, nel tempo sempre peggiori, peggiori criminali anche transnazionali, che assieme ad altri, indeboliscono, “invitano”, premono, ad indebolire, dividere, privatizzare, rendere meno utile e benvisto, ogni apparato della Nazione per poter avere sempre maggiore influenza sulla vita delle persone, riducendo le possibilità di opporsi a violazioni sempre peggiori. Tra i criminali collusi nell’organizzazione mafiosa – paramilitar locale (dello stampo descritto in precedenza, eseguente anche incendi e furti di veicoli) comprendente diversi Gruppi di Stalker associati, oltre a dipendenti della ASL n.1 di Milano, dell’U.O. di Legnano, Agenti ed ex, Carabinieri della zona ed ex-militari, vi sono individui domiciliati od entranti (amicizie, data la ovvia assenza di denunzie, l’omertà, l’eccessiva tranquillità e spavalderia nel commettere i reati) nel civico di Via Amatore Sciesa 29 (stando alle caselle postali Riente S. Sollitto Mr., Carlesi-Labat Blue Coat, Latrecchiana I., Guerriero E. Denti A., Rosana M., Pinciroli M., Balzan G. Crestani L., Citterio M.L.) a Busto Garolfo nonché altri nel vicinato (es. Sana, Nigro); all’interno, oppure coinvolti dalle azioni, della stessa organizzazione vi sono diversi appartenenti alle famiglie Zanzottera, Raimondi, Chiappa, Crotti, Dell’Anna, Bottini, Barni, Branca, Lista, Sana, Negri, Negrini, Caprarulo, Bignami, Mares, Pisoni, Gadda, Masetti, Parotti, Marchiori, Pinciroli, Rosana, Dell’Acqua, Scazzosi, Ballio, Milani, Prandoni, Ceriotti, Pizzo, Grimi, Bianchi, Castoldi, Pedretti, Santamaria, Colombo, ed anche Mammone e Grande (questi stando alle caselle postali, alcuni sono, essi stessi oppure strettamente collegati ad individui che hanno un lavoro ed occupano anche posizioni di “rilievo” nel comparto Psichiatria, Psicologia, Neurologia, in genere Medicina, Farmacia, altri nel commercio dell’oro e preziosi, altri nel comparto della sicurezza – Forze d’ordine, Guardie private, Agenti di polizia – altri ancora nel business delle onoranze funebri, altri nelle costruzioni, rifiuti pericolosi o speciali, altri nella giustizia e della difesa dei diritti – Avvocati, Magistrati – molti sono fortemente connessi alla Politica ed Imprenditoria anche dei settori dell’alimentazione, dell’intrattenimento e spettacolo – inclusa la televisione), queste ultime due famiglie sono presumibilmente implicate anche nella costruzione di falsi e storie oltre, come altri, ad essere molto “vicine” ad individui interni a “sette – club” per così dire interessati al caso e molto legate a partiti di destra ed ambienti dello spettacolo (televisivo e non) almeno tramite amicizie ed altre parentele (non potendo escludere se sotto ricatti o pressioni, apparentemente improbabili in conseguenza ad alcuni eventi) e strettamente collegati a forze dell’ordine colluse ed a soggetti collusi del settore sanità e farmaceutica (ovviamente compartecipi degli scambi di favori interni alle lobby per la sussistenza delle stesse, per esempio relativi alle vendite e prescrizioni) colluse come invece lo sono sicuramente i Raimondi, Sana, e taluni nel condominio di Via Sciesa 29 oltre ad altri nel vicinato. Sono coinvolti domiciliati o lavoratori in Via Carlo Noe, Via Baracca, Via San Francesco, Via Parabiago, Via Vercesi, Via Cimabue, Via F.lli Cervi, Via Ciro Menotti, Via XXIV Maggio, Via Montesanto, Via Maroncelli, Via Cairoli, Via Fratelli Bandiera, Via Giussano, Via Monte Rosa, Via Fratelli Rosselli, Via Manzoni, Via per Arconate e Via Olcella in Busto Garolfo. Sono coinvolte attivamente (anche se forse in precedenza colpite e “rese complici”, oppure in forza di uno scambio di favori) aziende, anche informatiche (connesse anche a Raimondi e Pinciroli), sia in Busto Garolfo (BinHexs s.r.l., Sistech s.a.s.) che fuori. Parenti di chi scrive sono stati apparentemente soggetti al “lavaggio del cervello” mediante tecniche a me non note, intimiditi o resi collusi, resi indisponenti ed incapaci a trattare determinate argomentazioni quando collegabili agli avvenimenti, hanno comportamenti estremizzati dalla calma irreale e distacco a fronte delle descrizioni degli eventi alla sproporzionata irascibilità a fronte di tranquille argomentazioni tra gli stessi (come se fossero soggetti ad un’influenza esterna, invisibile, inudibile, a mutarne il comportamento, presumibilmente causata dalle strumentazioni citate). I parenti delle Vittime, resi collusi, ricattati, spaventati, forse anche lesi in precedenza, oppure già complici, si adoperano mettendo o lasciando mettere in atto gli accorgimenti necessari per mettere a tacere e screditare le Vittime che vogliono parlare di quanto viene fatto alle stesse, per evitare ritorsioni oppure perché accondiscendenti: per esempio usano coinvolgere alcuni tra gli aguzzini od i loro vicini allo scopo di chiamare “testimoni” che neghino quanto accade alle Vittime in altri momenti e/o fare apparire gli stessi estranei alle collusioni (quando invece non lo sono) anche durante gli eventi (che comunque sono specificamente rivolti a danneggiare e ledere le singole Vittime e non certo eventuali innocenti testimoni che, per i criminali, sono semmai utili a screditare le Vittime), complici volontari oppure no, a conoscenza dei piani oppure no, di situazioni artefatte per coprire le attività illegali e sviare le indagini facendo apparire inattendibili le Vittime, tramite appunto il coinvolgimento di moltitudini d’individui. Ulteriori coinvolti sono Dott.ssa Gatti, Dott.Musazzi. Gli strumenti, di cui sono dotati i criminali, utilizzati come armi dall’interno degli edifici anche circostanti il civico 40 (bersaglio) di Via Maroncelli in Busto Garolfo, determinano, quando sensibili, effetti simili a quelli di maser (microonde intense concentrate, già capaci di attraversare le pareti) anche se si comprende che lo spettro di radiazioni utilizzate è “ampio”, si verificano anche sintomi simili a quelli determinati dal forte calore, anche solo apparente, molto localizzato e di rapido incremento, estreme e tendenzialmente temporanee difficoltà di concentrazione e memorizzazione quando ad essere colpita è la testa, sintomi che svaniscono spostandosi (non-togliendo che l’esposizione alle intense radiazioni e.m. è comunque dannosa sino a determinare dolori alle articolazioni limitatamente ad un breve periodo successivo, secchezza della pelle localizzata, arrossamenti, screpolature, dermatiti, dolori muscolari, rapido incremento con successiva stabilizzazione di nevi in numero e dimensioni, limitato ad un breve arco temporale successivo all’esposizione d’intense radiazioni, tutti localizzati nelle zone colpite troppo a lungo, con la testa sottoposta a lunghe esposizioni si verifica la permanenza per medi periodi della difficoltà a memorizzare o difficoltà a ricordare e richiamare le parole adatte e coniugarle correttamente, perdita della memoria anche di eventi recenti). Nella famiglia di chi scrive, in passato ed in concomitanza di eventi relativi a (tentativi) di separazioni a causa di violenze domestiche, qualche parente si è “schierato dalla parte” delle Vittime che subivano le violenze (anche in considerazione della conoscenza del carattere violento, aggressivo, vile, del colpevole, che in pubblico manifesta ovviamente comportamento differente, ma in famiglia come in molte famiglie in Italia…), Vittime che comunque erano già state divise tra loro e messe contro le più deboli: chi ha “osato” attribuire le colpe è stato “casualmente” colpito presumibilmente alla testa allo stesso modo delle Vittime dell’Organizzazione Locale attuale (forse da appartenenti alla stessa, con simile strumentazione, tanto che parentele degli attuali coinvolti nella Locale sono/erano nelle immediate vicinanze della ex-residenza, senza significare necessariamente accordo tra i componenti dei gruppi dotati di strumentazione di allora ed chi ha praticato violenza in famiglia allora, potendo significare che il gruppo criminale di allora avendo cognizione della situazione famigliare e degli averi abbia optato per dividere allo scopo di aumentare le probabilità di accaparrarsi qualcosa in qualche maniera), causando quegli aspetti (anche della psiche, apparentemente) che sono stati favorevoli ai violenti per sbarazzarsi di chi ha “osato”, facendo preferire, ai famigliari dei colpiti (i famigliari di chi ha anche “osato”), il procedere a silenziare chi ha “osato” facendo mettere in atto una catena di eventi per dichiarare l’incapacità d’intendere di chi ha “osato” schierarsi contro la violenza, denotando un precedente agire fors’anche mafioso da parte degli stessi che ora cercano/preferiscono il fare tacere chi scrive e segnala collusioni oltre a segnalare l’uso di strumentazioni tecnologiche finalizzate proprio a dividere, impedire, ledere, silenziare, screditare, mediante azioni prolungate nel tempo il cui scopo è di creare caos, collusioni, abusi e mettere a tacere definitivamente chi era tra le Vittime in precedenza (dunque chi, una volta screditato definitivamente, non deve parlare ed essere ascoltato in quanto un problema per la criminalità, che altrimenti ed a quel punto si comporterebbe per screditare comunque chi ha parlato mutando l’agire nei suoi confronti anche auto-limitandosi) ed è ora oggetto delle “armi ad energia diretta” usate contro la persona e quanto di elettronico a sua disposizione (ogni volta che è possibile, anche in considerazione dei consumi delle stesse armi); “incidentalmente” individui vicini ad alcuni della Organizzazione Locale attuale sono entrati in possesso degli averi della vittima che “osò” e che ora è nelle condizione di non poter più parlare (e sicuramente la memoria sua degli eventi non è più molto buona, considerato ove è stata fatta finire). Parrebbe che, se la Locale criminale di allora è la stessa di oggi oppure ne fanno parte i parenti, il crimine segue un metodo preciso: il Gruppo segue la famiglia da colpire ed “induce l’avvenire di eventi”, ovvero mediante la conoscenza della situazione famigliare opera per dividere le Vittime di soprusi interni alla famiglia anche mediante l’uso di “armi ad energia diretta” e stalking di gruppo al fine di usare le Vittime dei soprusi fin che serve e poi liberarsene (denotando assenza di senso Umano, tanto che gli episodi di violenza domestica almeno tra i parenti di chi scrive, non mancano, neppure mancano i tentativi, da parte della famiglia dal fare mafioso di mettere a tacere e screditare chi “osa” parlare, tentativi in linea con le necessità delle Organizzazioni Locali criminali). Altre coincidenze temporali in un periodo relativamente breve sono altri eventi violenti con dolo o colpa, eventi che comunque hanno fruttato alla famiglia d’individui vicini a qualcuno della Locale attuale (non potendo affermare che è la stessa Locale dotata di strumenti ad energia diretta), eventi causati opportunamente facendoli apparire incidenti “ove forse tutti i coinvolti sono vittime” tranne chi ha guadagnato maggiormente. Ovvio che pochi, tra i tanti collusi, cercheranno nel tempo di prendersi il maggior maltolto alle Vittime a meno che si tratti di un Gruppo che agisce estesamente in Provincia e fuori, accanto ad altri gruppi criminali. Si constatano movimenti-attività simili, ogni qual volta a mezzo delle stesse telecomunicazioni si trattano determinate informazioni (sia via sms, telefonicamente, rete dati). Sono apparentemente usati rumori come clacson, accelerazioni anche in folle di moto, auto, ed allarmi fatti suonare in modo anomalo e senza consuetudine, nonché segnali luminosi anche dell’illuminazione, oltre ad altre indicazioni visive come oggetti usati in modi inconsueti, dagli stessi della Locale, ed esposti a vista delle Vittime oltre che dei complici, si evidenzia un codice comunicativo sfruttante anche i serramenti (dati gli strumenti in dotazione più che altro al fine di creare situazioni “scatenanti” determinate ipotesi ed a modo di auto-sminuire il livello tecnologico dell’Organizzazione Locale, forse nell’evenienza d’indagini per ridurre le potenziali accuse e la gravità per l’evenienza d’indagini cercando magari di passare come criminali disorganizzati-tecnicamente ausiliati). Bisogna tenere presente che trattandosi di attività illegali gravi, che coinvolgono molti criminali, di associazioni per delinquere (ivi inclusi coloro che pensano di essere al massimo imputabili di stalking di gruppo), è evidente che tutti i delinquenti operino per tenere un doppio comportamento, un doppio agire: uno in normale pubblico soprattutto con estranei o con eventuali “testimoni” coinvolti da altri complici per screditare le Vittime, un altro nel gruppo criminale, allo scopo di apparire insospettabili ottenendo i “benefici” dai crimini ed evitandosi il più possibile di essere coinvolti in indagini (tenuto conto tra l’altro di alcune complicità nelle forze dell’ordine, tra avvocati, magistrati e sanitari). In effetti un’altra evidenza dell’associazione a delinquere (includente differentemente interessati e favoriti) è costituita dal comportamento di alcuni tra coloro (che siano collusi, condiscendenti o costretti) i quali “gravitano” attorno alle Vittime (ad esclusione di chi è completamente estraneo agli eventi, per distanza fisica nel tempo, per distanza d’interessi precedenti e seguenti gli eventi, anche in considerazione delle amicizie – parentele – occasioni di lavoro o guadagno, non ovviamente dunque, considerata la durata temporale degli eventi, colori i quali sono vicini delle Vittime, che sempre e comunque sono soggetti a collusione od a plagio, coinvolti direttamente, maggiormente interessati, più probabilmente consapevoli di molti fatti, tanto più quando fingono di non notare nulla di strano nelle evidenze) a volerle denigrare e farle apparire a terzi estranei (né Vittime, né complici, né interessati economicamente) per quanto non sono, oltre che lederle, danneggiarle, istigarle. E’ ovvio che una moltitudine non complice, agente indipendentemente al suo interno e senza interessi-programmi comuni, ha maggiori probabilità di relazioni con terzi rispetto ad una situazione diversa, mentre il singolo in una condizione in cui si trova “circondato” da una “comunità” d’individui con il medesimo gruppo d’intenti ne possiede meno con gli appartenenti alla stessa comunità da cui è escluso per almeno uno dei predetti possibili motivi. In una situazione socio-economica tesa ed indebolita, anche dalle azioni degli stessi gruppi criminali dotati delle strumentazioni citate, ‘esperti mercenari‘ potrebbero sfruttare la ‘manipolazione tecnologica‘ temporanea ed a distanza del carattere delle persone (che è realtà da molti anni, ufficiale e documentata da organi d’informazione, documenti disponibili su portali governativi ed universitari) al fine di ingenerare sommosse e finanche ‘stimolare’ tentativi di sovvertimento del potere oppure golpe armati con “strumenti ad energia diretta”. Vi sono associazioni a delinquere che usano i sistemi e strumenti già esposti unitamente a tecniche psicologiche e la conoscenza della condizione economica delle vittime donne e ragazze, al fine d’implementare coercizioni, costrizioni, per avviarle, obbligarle a prostituirsi o compiere ‘attività’ connesse ed illecite a carico delle stesse. È possibile che alcuni gruppi di criminali, che è possibile siano collegati all’organizzazione locale, utilizzino dei “robot informatici”, “software” ed “hardware” al fine di eseguire “stalking automatizzato” via web, e-mail, telefoni (software per generare abbinamenti di parole consequenziali sulla base di un dizionario, dei sinonimi, del genere e numero, dell’analisi logica e grammaticale, software per generare abbinamenti di frasi correlate al modo indicato e secondo un minimo di argomenti correlati, dizionari di frasi, software per archiviare tracce vocali ed impronte vocali, compositori di numerazioni automatici, software per correlare la voce ai vocaboli del dizionario anche in funzione di quanto indicato prima di modo da incrementare le probabilità di correlazione esatta, correlare sillabe ai suoni, software in grado di ricodificare una voce in un’altra sulla base delle differenze tra un’impronta vocale ed un’altra – una sorta di sistema per deformare la voce facendola apparire quella altrui – sintetizzatori vocali con multiple impronte imitabili, software per archiviare estratti di frasi d’individui registrate ed abbinate a complementari e congruenti altre dello stesso individuo od altri al fine di generare comunicazioni con abbinamenti automatici frase-frase sulla base del riconoscimento dei suoni e dei dizionari, software ed hardware per hacking ed intercettazione illegale dei dispositivi, per l’intromissione in comunicazioni, per creare falsi nodi di rete a cui i telefonini si agganciano o generare false numerazioni: è possibile per esempio verificare, come accaduto a chi scrive, l’utilizzo da parte di delinquenti di numerazioni telefoniche di dozzine e dozzine di cifre, evidentemente numerazioni corrispondenti ad utenze “inesistenti” od usate per scopi speciali). Tra i sistemi impiegati per compromettere le capacità ed il senso delle telecomunicazioni vi è quello di inserire, copiare codici malevoli o script nel dispositivo bersaglio, soprattutto se connesso via wi-fi o lungo cavo (anche se alcuni criminali coinvolti negli eventi in Busto Garolfo hanno gl’istrumenti per trasferire diverse condizioni quantistiche nei circuiti, fors’anche mediante campi quantistici, elettromagnetici, in cui di fatto si trovano “sufficientemente intensamente e coerentemente immersi” i bersagli). Vi sono associazioni a delinquere, inclusa l’organizzazione locale, che con gli stessi metodi spingono le Vittime in condizioni tali da farle lasciare di fretta immobili, inclusi quelli connessi alle attività produttive oltre ad abitazioni e terreni, costringendole a vendere a prezzi inferiori a guadagno di collusi che acquisteranno con un costo inferiore a quanto avrebbero dovuto sostenere, tenuto conto anche dei costi da sostenere per ottenere i favori delle associazioni criminali. Vi sono associazioni a delinquere, inclusa l’organizzazione locale, che con gli stessi metodi costruiscono “casi” atti a fare muovere il danaro delle vittime (od in quote dallo Stato), indirizzandolo verso professionisti ed altri (es. avvocati, psicologi, medici in genere), individui collusi all’associazione o che hanno pagato per ottenere vantaggi dall’operato della stessa. Lesioni e danni per garantirsi prestazioni da offrire, più probabilmente. Mercenari (anche in veste di “amicizie” e complici) cui affidarsi per “condividere” i profitti. Vi sono associazioni a delinquere, inclusa l’organizzazione locale (considerato il modo d’agire “silenzioso” e tenuto per quanto possibile nel silenzio dai corrotti collusi, considerato anche il plagio ed il “lavaggio di cervello”, oppure le lesioni, intimidazioni, operate ai famigliari stretti delle Vittime) che oltre a vessare, danneggiare, ledere, costringere, ricattare, “manovrare”, le Vittime, dopo avere ottenuto i risultati relativi agli averi delle stesse o dei famigliari delle stesse (averi magari acquisiti in precedenza da coloro che, ora criminalmente, li rivogliono a basso prezzo o meglio a gratis montando pure accuse e falsi casi per vessare le famiglie colpite e costringerle a svendere gli averi per pagare fasulli danni arrecati ai criminali, complici di forze dell’ordine corrotte, anzi che essere i criminali a “pagare” per quanto possibile i danni alle Vittime e famigliari), procedono poi colpendo nuovamente le Vittime ed i famigliari delle stesse, per sbarazzarsi fisicamente delle Vittime e di coloro che sono primi testimoni delle azioni criminali inclusi anche i collaboratori nei crimini. Dato il metodo, la cui applicazione è difficilmente individuabile, utilizzato contro le Vittime, per coerciderle, intimidirle, minacciarle, lederle, danneggiarle economicamente ed individuare e “creare” ulteriori individui disponibili alla collusione sotto ricatto, è possibile che i criminali lo utilizzino anche per ottenere pubblicità, lavoro, finanziarsi, sia nel mercato legale, sia tra la criminalità; è infatti evidente che, considerati i soldi che si muovono in alcuni casi di cronaca nera o cronaca in genere (film, documentari, spettacolo, varietà, saggi e libri in genere, informazione, professionisti ed imprese cui ci si rivolge in presenza di lutti), vi sia la possibilità che certe organizzazioni per delinquere oltre ad operare settariamente mettendo in evidenza simbolismi nelle azioni commesse, lasciando trasparire indizi-tracce-firme-marchi a mo di pubblicità tra la criminalità (ed utili per plagiare adepti), per ostentare il potere, a mo di scherno di quella parte pulita delle forze dell’ordine e di chi si occuperà in genere delle indagini e di giustizia, operi anche per incrementare le possibilità di guadagno di chi gravita attorno alla setta – organizzazione a delinquere (che si tratti di gruppi di stalker, mafiosi, “pseudo-massoni”, adepti con qualche culto “religioso” presumibilmente esoterico oppure carente ancora di elementi significativi necessari alla diffusione e “comprovazione” – relazione alla “realtà accertata” – magari denigrando coloro che già sono Vittime facendole apparire come volontariamente immolate) e che potrebbe “fare soldi” in conseguenza agli avvenimenti, con il commercio, sulla base del libero mercato, che si tratti di professionisti, politici, imprenditori, dipendenti in genere, che si tratti di “ministeri di culti settari” o di “capi mafiosi” (ecc…). Dato il metodo è possibile che sia usato per plasmare falsi testimoni e comparse, collusi o “clienti” delle associazioni criminali, di modo da ottenere danaro con interviste, scambi di favori, fornendo ‘informazioni’. Alcuni tra i delinquenti mettono in atto, con le amicizie nell’associazione a delinquere, azioni « diversive » per eventuali future indagini: simulano di essere stati vittime di eventi simili ai crimini subiti dalle loro vittime, ovviamente d’entità molto inferiore, magari mediante documentazioni non veritiere o certificanti il falso al fine si simulare danni non subiti, allo scopo di risultare vittime allo stesso modo delle loro. Si designa un quadro criminale dalla metodologia applicata e studiata in modo transnazionale, si realizza che lo sfascio economico-sociale è, nel lungo periodo, solo in favore di taluni in larghissima parte Americani, abili al plagio, che ovviamente hanno interessi nella divisione, facile e poco costosa corruzione, ricattabilità, per ottenere maggiori profitti e potere con minore difficoltà e costi, scaricando questi ultimi prevalentemente sulla “popolazione colpita”, commissionando-plagiando le imprese e gruppi d’individui presenti nella zona di residenza delle Vittime-obiettivo, al fine di organizzarli in associazioni a delinquere (anche mafiose) e gang di stalker, sfruttando quanto possibile i mezzi ed il danaro locale oltre agli interessi dei collusi, anche in funzione di false promesse e favori, solo parzialmente da mantenere; non si può, però, escludere che i coinvolti nell’organizzazione criminale locale abbiano avuto informazioni riguardo operazioni illegali straniere (presumibilmente di mercenari per conto di taluni Americani) sul territorio e le sfruttino a vantaggio per speculare sulle “disgrazie” delle Vittime; è ovvio che, dati i coinvolti, i responsabili primi, coloro che ottengono i maggiori interessi, cerchino di disorientare le loro Vittime facendo apparire più responsabili diretti, di quanti ve ne siano, a meno di pensare all’uso di satelliti (sintomo di regie di organizzazioni a delinquere dalle proporzioni di uno Stato in “guerra molto poco fredda” con l’Italia e l’Europa, che in tal caso sarebbero gli U.S.A. dati i vantaggi pressoché totali per gli stessi, U.S.A. che, date le guerre ed i territori assoggettati al loro controllo nell’ultimo ventennio, avrebbero molta facilità a sfruttare traffici illegali operati dalla criminalità proveniente da quegli Stati ed inter-mediati con l’economia più o meno legale Europea mediante le organizzazioni criminali proprie del territorio Europeo, al fine di estendere il quadro criminale, corrotto, ricattabile, al fine di ridurre i costi per operazioni a vantaggio di pochi in qualche vertice e connessi ad apparati governativi-militari U.S.A., stimolando nuove collusioni e piccoli crimini da fare crescere in nuove meno costose reti criminali a sostituzione ed iniziale supporto delle precedentemente utilizzate, colpendo anche le Istituzioni dello Stato bersaglio al fine di sabotare economia – politica – società – sanità – ordine pubblico), torri di tlc modificate, si deve come minimo ipotizzare che si stiano usando apparati domestici trasportabili per arrecare danni e lesioni. Ricordo che in Parabiago è stato arrestato il maresciallo Gatto per violenza ed abusi alle donne. Come al solito sono saltate fuori prove, denunce ed accuse all’ultimo, prima gli altri nulla sapevano, oppure alcuni mettevano a tacere, cosa di per se comunque insufficiente. Il territorio dei Comuni limitrofi, è collegato a fatti di cronaca nera di “rilievo” nazionale, la zona è interessata dalla presenza di sette sataniste ed è “teatro” di omicidi rituali intrisi di simbolismi. E’ evidente che la cronaca nera muove soldi. I Carabinieri in zona tengono segreti, coprono amicizie, abusano di potere come altri individui coinvolti ed aventi titolo di esercitarlo sulle Vittime, distorcendone le finalità (mi riferisco a coloro che mettono a tacere lasciando i cittadini e le vittime senza più possibilità di avere fiducia nello Stato). Tra i coinvolti nei crimini locali ci sono ex-militari anche giovani. Forse ci sono ricatti tra militari ed ex-militari, ricatti tra poteri e persone con qualcosa sulla coscienza, favori da ricambiare od estorsioni, determinati da faccende precedenti, oltre ad un sperimentazione vera e propria ed illegale ovviamente, che non è limitata a Busto Garolfo, su Civili. Probabili collegamenti con dipendenti e management di banche e notai, imprese di piccole dimensioni anche unipersonali (date le finalità economico-finanziarie ovvie di ogni crimine, in aggiunta all’incremento di potere ed influenza sociale-carriera personale, incremento delle possibilità di commissioni lavorative per i collusi) con sponsor di multinazionali e/o Corporation. In passato il gruppo di stalker locali e gli affini, hanno già condotto furti, fasulli tentativi di rapine (con cooperazione di collusi finti segnalatori ed in Forze dell’Ordine) e rapine, operato per l’induzione al reale suicidio di multiple Vittime (oltre ad avere operato per allontanare dai collusi di gruppi affini eventuali accuse inscenando simulazioni e narrazioni di improbabili tentativi di suicidio degli stessi, fondamentalmente con carte false da amicizie di turno), ottenendo de facto il tentato suicidio di parenti, tentativi avvenuti lungo un arco temporale esteso, su generazioni diverse, coinvolgenti gli stessi organismi sanitari relativi ai fatti recenti (ora A.S.L. 1 ed U.O. di Legnano), che, se non fosse per la competenza territoriale, si potrebbe a maggior ragione pensare solo a che negli stessi vi sia da tempo una setta, loggia, gruppo ideologico-politico, che prende di mira i nuclei famigliari e non solo singoli individui (allo scopo di indirizzarne-costringerne le azioni-attività a pena di “punizioni” anche mortali quali quelle espresse, in funzione dell’evoluzione del metodo-strumenti di condizionamento), connessa ad individui corrotti da tempo nelle forze dell’ordine, oltre ad altri apparati corrotti (anche non solo nazionali, dato il metodo e le coperture). Dati gli strumenti esistenti ed a disposizione di tecnologici gruppi criminali è possibile che quando questi usano gli apparati in grado di condizionare la psiche e l’emozioni stato mentale, la calma, l’aggressività, abbiano come obiettivo la creazione di eventi tra parenti e conoscenti atti a creare la successiva possibilità di ricattare sulla base della notorietà degli eventi (magari violenti o comunque opinabili), in relazione alla privacy, in relazione a piccoli abusi od atti illegittimi tra amicizie, ecc… Nel caso in questione, di una Vittima (si suppone tra altre, dato il sistema implementato) della locale organizzazione criminale,si è in presenza di fatti evidenti, prove chiare registrate ed annotate (in piccola parte pubblicate), comportamenti sospetti protratti, negazione e travisazione degli eventi da parte di collusi – coinvolti – minacciati – intimoriti, manifestazioni d’estraneità artificiose ed improbabili protratte, comportamenti ed agire criminale evidenti, abusi di potere e posizione, collusione e comunità d’intenti di una moltitudine e palesemente finalizzati alla lesione dei diritti Umani alla salute, vita personale, vita privata e pubblica, finalizzati alla lesione dei diritti alle relazioni sociali ed al condizionamento estremo di queste, finalizzati alla copertura della comunità d’intenti criminali, finalizzati all’esclusione – vessazione – annichilimento organizzato sulla(e) Vittima(e), come pure è evidente che vi sia un piano di una parte dei criminali per utilizzare un’altra parte tra loro fin che servono e poi sottrarre agli stessi la presumibilmente promessa parte od utilizzarli per scaricarvi tutte le responsabilità (come forse già fatto in passato sfruttando alcuni delinquenti tentati rapinatori, utili al contempo a ridurre o sottomettere una parte dei criminali al resto del gruppo ed altresì dipingere alcuni complici dell’organizzazione come apparenti Vittime oppure come apparenti onesti cittadini). Le considerazioni che, il metodo applicato è complesso e dunque studiato per essere applicato da una moltitudine di gruppi criminali contro una moltitudine di vittime fors’anche distanti tra loro, il fatto che vi siano coperture di alto livello (con il conseguente obbligatorio sistema di relazioni, connivenze, conoscenze, che coinvolge molti), il fatto che diversi eventi, che sono stati necessari a dipingere dei disonesti-criminali (futuri criminali, premeditatori, intimoriti condiscendenti omertosi) come se fossero esclusivamente vittime od onesti cittadini, siano avvenuti non molto prima dei crimini commessi con determinate strumentazioni impossibilitanti, lesive, danneggianti e con determinati metodi ideati allo stesso scopo, il fatto che diversi eventi siano avvenuti lungo un percorso temporale teso a coinvolgere e ricattare-colludere sempre più individui, indicano la già espressa esistenza di una gerarchia – rete – finalità criminale (simile alle mafie, coinvolte infatti, ma di diversa dimensione), di criminali con interessi – ingerenza – evidenza – “importanza” maggiori e minori, indicano una regia atta a creare caos e prevaricare a forza e con ricatti, con abusi, in quanto in posizione dominante su altri (tant’è che sono coinvolti deviati delle forze dell’ordine, professionisti in posizioni di rilievo, politici, militari, attività economiche strategicamente importanti, sanitari), in quanto costituenti obiettivi primari al sopra delle inermi Vittime, in quanto gerarchicamente più influenti dei criminali locali ma al contempo sottoposti a “pressioni” superiori (trans-nazionali) poste da chi alla fine ottiene il maggior vantaggio con il minor rischio di essere connesso ai singoli gravi crimini. Non chiamatele bravate. Non chiamateli bulli. I balordi – delinquenti diventano poi (soprattutto in questa situazione economica), molto probabilmente, parte della mafia, di associazioni a delinquere (data la tendenza a commettere l’azione illecita e lesiva, verso la moltitudine a fini ed interessi personali e del gruppo, acquisita durante la crescita e scarsamente contrastata) e/o comunque elementi essenziali in azioni commesse da gruppi di stalker (che possono essere rivolte contro: la persona, il lavoratore scomodo magari costoso o da sostituire, l’attività politica-ideologica, l‘attività economica, l’attività di contrasto del crimine ed applicazione della legge, ecc…). Faccio un invito a ri-valutare molto più gravemente l’illecito, crimine, commesso come stalking di gruppo essendo il “ponte” tra il crimine individuale e la mafia od il terrorismo (tanto più che esistono ad oggi metodi per plagiare, danneggiare e ledere da multiple parti rendendo comunque difficile l’individuazione dei responsabili dei crimini, anche in quanto i criminali e le Vittime non sono in vista tra loro e gli strumenti d’offesa “invisibili”), essendo di fatto inquadrabile come l’associazione a delinquere ma potendo avere come finalità la singola lesione dei diritti Umani, la semplice voglia malata di arrecare dolore e danno e finanche indurre al suicidio “l’avversario”, il “bersaglio” (indice dell’assenza d’Umanità, dell’estrema bassezza morale e non-opposizione al crimine violento, indice della scarsa considerazione della vita, Umana ed in genere): Vittima che, ovviamente, cercherà invece di stringere i denti finendo per trovarsi in situazioni comunque anomale. Faccio un invito a semplificare la vita a Cittadini Onesti (quelli che lo sono non soltanto dietro il paravento della “manifestazione” pubblica) e Vittime mettendo loro a disposizione, molto facilmente, gl’istrumenti “omologati e certificati” atti a tenere traccia ed individuare il cyber-crimine e le azioni lesive commesse con elementari dispositivi ad energia diretta oppure dispositivi ad energia diretta ideati in funzione dell’azione rivolta all’applicazione lesiva delle nozioni delle teorie dei segnali inclusi quelli biofisici-biologici, semplificando così il lavoro d’indagine e giustizia, tutela, deterrenza, contribuendo anche non poco all’economia pulita (badando ai prezzi gonfiati, in quanto parte del crimine tecnologico non sussiste, non trova spazio, se gli strumenti per la sua identificazione e tracciamento sono di comune o magari obbligatoria dotazione, con la conseguenza che può essere fatto/indotto cartello, anche sfruttando la criminalità, per opporre la diffusione di tali strumentazioni). Espresso quanto sopra, non finga la società di lamentare, altrimenti, gli eventi prodotti da gruppi come quelli delle Bestie di Satana o da gruppi che commettono qual si voglia genere di sacrifici rituali ai danni altrui. Onde evitare altri casi in Italia simili a quello Garofalo, riflettete, anche qualora non vi fidaste di quanto esposto (posto comunque che le evidenti anomalie non sono negabili, né quanto riportato nel link in forma di video ed immagini, ne è negabile l’agire anomalo di sanitari e forze dell’ordine anche direttamente in seguito alle prime segnalazioni o richieste d’informazioni od aiuto). NOTA IMPORTANTE IN MERITO AD I COMMENTI DA ME POSTI SUL WEB E RIPORTANTI QUESTA SEGNALAZIONE. In quanto account e-mail, incluse P.E.C., sono già stati ‘violati’ (motivo di questo indirizzo), prendete con le pinze ulteriori commenti indicanti lo stesso indirizzo e-mail inseriti in questa pagina (onde evitare spiacevoli inconvenienti determinati, oltre che da un’eventuale ascolto mediante microfoni direzionali quando utili, anche dalla violazione delle comunicazioni via cavo e wi-fi e la conoscenza da parte di criminali dei dati utilizzati, magari al fine di simulare commenti in luogo della mia stessa persona, per finalità criminose). Mio malgrado, come espresso, le comunicazioni dai dispositivi telematici, di ogni sorta, in possesso della(e) Vittima(e) sono disturbate od impossibilitate oltre che violate. Questa è un’esposizione per mettere in guardia, non per disquisire con opinioni in merito a fatti certi e probabili anche altrove. UNO TRA I RISCONTRI. La facilità che possono avere i segnalati, dell’organizzazione locale, nel rintracciare segnalazioni come questa ed il prolungato silenzio è indice di un probabile accordo tra gli stessi (es. attraverso i motori di ricerca usando la chiave “cronaca Busto Garolfo, cronaca Busto Garolfo wordpress, Busto Garolfo armi elettromagnetiche, Andrea Dell’Acqua” s’incorre molto facilmente -per un periodo- in un blog ed in commenti ove è presente questa), di fatto un tentativo di ottenere qualcosa con dolo e premeditazione, quasi evidenza dell’esistenza di un’associazione d’intenti, un associazione a delinquere. Presumibilmente, in considerazione di chi sono e quanti sono i coinvolti, c’è la preferenza a mantenere il silenzio anche al fine di non validare quanto descritto, in aggiunta tale associazione può, nel silenzio, continuare ad usare le strumentazioni per danneggiare dalla distanza, cosa che si configura evidentemente come un obiettivo primario oltre che metodo per ottenere altro (dovendo per forza escludere l’incapacità d’intendere e comprendere le azioni commesse dai collusi, data la complessità dell’organizzazione). In oltre va ricordato il ruolo complice di militari ed ex-militari, e quello doloso o colposo di dipendenti di A.S.L., U.O., C.P.S. (decisamente evidente, peraltro), nonché le anomalie di metodo ed il tentativo di mettere a tacere completamente la/e vittime, nonché di fare diffidare le stesse dello Stato. IN SINTESI, ATTENZIONE. Ci sono in giro Stalker e Gruppi di Stalker della persona e/o dell’economia*, appartenenti a mafie, Logge, Club, Sette, organizzati, in parte finanziati da cosiddetti intermediari dei “filantropi” e “lobby”, forse anche da Società private (imprese, pseudo-ong, “gruppi di pensiero” ed altro) che retribuiscono (ovvero, perdite finanziarie, costi, profitti che non finiscono ai vertici in-eletti e ristretti) i dipendenti o contribuiscono alla definizione delle retribuzioni degli stessi nello Stato da colpire, che svolgono e fanno svolgere attività illecite che di ritorno generano minori costi da sostenere per la retribuzione dei dipendenti (per esempio riducendo la qualità della vita, i diritti, le tutele, l’influenza di organizzazioni socio-economico-giuridiche pubbliche con finalità redistributive-perequative, gruppi in parte autofinanziati, che, talmente sono buffoni, criminali, spudorati, indecenti, violenti, marci, si spacciano per comunisti, per Russi, ed a dimostrare l’ovvio contrario, cioè dimostrare chi sono in realtà, sono finanziati ed organizzati per rovinare la Pubblica Amministrazione, lo Stato, l’Economia dello Stato, le municipalizzate, le cooperative (in genere tutto quanto è opposto alla privatizzazione dei profitti – socializzazione delle perdite, colpendone in vari modi i dipendenti con una visione positiva dello Stato nonché il loro lavoro, servendosi invece di coloro che comunque magari da molto dipendenti lo vogliono smantellare o di fatto operano per smantellarlo ed hanno visione ideologica contraria all’economia produzione-servizi-lavoro di Stato, nello Stato), finanziati ed organizzati per rovinare la vita agli avversari politici ideologici dell’ultra liberismo di mercato turbo-capitalista, per infiltrare partiti politici facendo pressioni mettendovi di fatto candidati “manciuriani” che in effetti quando prendono decisioni sono opposte all’ideologia socialista e Comunista, all’idea in genere del benessere generalizzato ed equo. I gruppi criminali oltre a colpire l’economia colpiscono anche ed ovviamente singole persone, puntano al caos socio-economico per “smembrare e riformare” società, economia, diritti, tutele; fanno largo “uso” di vittime prese di mira per i nomi ed i simbolismi, la geografia. I gruppi che colpiscono i singoli oppositori, singole vittime (magari nel contesto di eventi e situazioni caotiche o complesse, anche di cronaca, studiate per nascondere la premeditazione ed “allontanare gli indizi e complicare le piste” tra esecutori ed organizzatori), sono più o meno fortemente carnefici, torturatori, ed è possibile che siano sotto effetto di droghe o dipendenti da queste oppure di agenti temporanei esterni (elettromagnetismo concentrato allo scopo di determinare le stesse reazioni in sostituzione della chimica ed influenzanti il comportamento, infrasuoni-ultrasuoni diretti frutto d’interazione tra masse nel corpo ed eccitazione chimica-elettromagnetismo), nonché condizioni sociali-ambientali generate ad hoc con una lunga programmazione ed attuazione. Chi finanzia cerca il caos globale, non la crisi economica, ed ovviamente ha già potere e vuole un sistema evidentemente molto più dicotomico servi-padroni con l’ausilio di tecnologie e metodologie. Possibile che gruppi mafiosi-stalker, simili a quelli dell’organizzazione locale, abbiano avuto a che vedere con fatti di cronaca nera di un certo rilievo mediatico. Si chiama anche guerra fredda, turbo-capitalista, praticamente autofinanziata dagli utili idioti criminali che capiscono bene quello che fanno perché nel breve periodo vedono riempirsi il portafoglio, ma ovviamente sono all’oscuro degli obiettivi e perdite finali, a parte che per pochissimi. *In effetti, da tempo, troppi si sono dimenticati dei sabotatori organizzati, dei sabotatori economici, categoria nota ai governi Africani e Cento-Sud-Americani ma ovviamente presente anche in Europa ed ovunque vi siano organizzazioni Nazionali Pubbliche da attaccare. I sabotatori-stalker dell’economia, gruppi ovviamente organizzati intenti al raggiungimento di obiettivi (più o meno consapevolmente) ed allo scopo sostenuti, finanziati, favoriti, da chi ha interesse, ovviamente Società private, come già scritto, di fatto intente al controllo totale della vita e senza diritto democratico ( raro che vi siano votazioni od elezioni cui partecipano tutti i dipendenti, nelle Società, per definire per esempio il management, che siano Medie Imprese, Multinazionali, Corporazioni, dipendenti che comunque non sono certo il complesso della Popolazione di uno Stato Democratico – questo per chiarire che la privatizzazione ed il turbo-capitalismo vanno di pari passo con la perdita di Diritti Democratici e tutele collettive, garanzie condivise, dato che è evidente che molti partiti politici fingono da troppo di non vedere l’evidenza, vero pseudo-sinistra semi-manciuriana? Qualcos’altro da regalare ai gruppi privati, magari evidentemente criminali, da togliere invece alla collettività senza la quale i gruppi privati manco potrebbero fare profitti (concentrar e poteri)? ) UN INVITO A RIFLETTERE. (da parte di uno che viene costantemente messo in difficoltà, reso impedito nell’utilizzare anche le telecomunicazioni, oltre ad i terminali, con disservizi artificiosi agli stessi, quasi “impossessati” da strumenti informatici remoti e certamente fisici elettromagnetici interferenti con memorie e circuiti) Gli “Stati Uniti” sono in guerra con il Socialismo da secoli (Cristiano, Ebraico, Musulmano e molte altre filosofie e culti orientali ad anche Africani), come minimo cercano di trasformarlo ad un fantomatico “fenomeno progressista” dall’inconsistente ideologia (come se “conservatorista”, altra inconsistente ideologia, significasse immobilizzare tutto), un modo per soppiantare all’idea della condivisione e cooperazione costruttiva con finalità di bene collettivo, dunque non solo particolare, l’idea del liberismo spinto, del caos a vantaggio del più furbe, prevaricante, truffatore. Gli “Stati Uniti”, non sono quel territorio e società Nord Americana, sono la cima, la vetta, di quel popolo addormentato assopito “ingegnerizzato” suddito di una macchinoso sistema iper-piramidale e corrotto di proprietà di pochi multi-miliardari (sempre più consapevole di esserlo, dunque sempre più “violentato” dal sistema, in privata proprietà, sempre più aggressivo). Se gli “Stati Uniti” avessero voluto ottenere l’egemonia globale, perché superiori agli altri (non semplicemente più aggressivi violenti, plagiatori internazionali, quali che sono), avrebbero puntato tutto sull’infiltrazione mafiosa e distruttiva nell’economia Russa, fortunatamente e non, esistono tecnologie implementate durante e dopo le guerre fredde atte a controllare gli individui (inoltre quelle Elite Statunitensi non hanno la possibilità, ancora, di soppiantare completamente il lavoro fatto da Utili Idioti e dalle loro vittime, non hanno numeri a sufficienza e necessitano, hanno necessitato di usare prima gli Europei per un Secolo e più, per indebolire i confini e l’influenza dell’ideologia Socialista, per indebolire ed infiltrare, il più possibile a spese degli Europei le nazioni Africane e quelle vicine all’Europa geografica oltre alla stessa Europa, con l’evidente obiettivo, che le Elite vogliono raggiungere a danno di tutti gli altri, di mettere parte del Mondo, senza pesare in costi sull’Elite ed i più vicini “servi”, contro Russia, Cina, India, e Giappone, infi
  7. SENATRICE PUPPATO E L’ ART. 21 DELLA COSTITUZIONE.
    Art. 21 della Costituzione: “Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.”
    Quando nel marzo del 2013, Laura Puppato lo accusò di essere un piccolo ducetto , Flavio Zanonato, ora deputato al parlamento europeo affermò:
    “ Mi sembra giusto che la gente sappia che la Puppato non accetta le critiche e che non è affatto quella che sembra in televisione.”
    Sono stato denunciato da Puppato per averla diffamata con calunnie, il processo inizierà il 17 ottobre prossimo.
    La mia non è diffamazione personale, ma critica a comportamenti politici della senatrice Puppato, diffusa con i mezzi a disposizione di un cittadino. giornali online, social network, emails etc.,etc.. Ho aumentato la diffusione dopo che Puppato mi ha inviato a casa due volte il comandante dei carabinieri di Montebelluna, Arcidiacono per farmi cambiare idea e dopo la denuncia.
    Le mie critiche alla senatrice Puppato riguardano principalmente i seguenti punti:
    • La strumentalizzazione partitica dell’evento del Cansiglio il 9 settembre 2012. Puppato si presentò come oratrice unica e capogruppo del PD in Consiglio regionale Veneto. Fatto grave che ruppe l’unità delle forze antifasciste. Allego la mia lettera aperta dell’ anno scorso a Carlo Smuraglia e la sua risposta.
    • La sua performance come sindaco di Montebelluna. Tra l’altro fu denunciata al TAR dal WWF locale.
    • Quando nel luglio del 2011 il Consiglio Regionale Veneto si è pronunciato a favore della riconversione a carbone della centrale elettrica di Porto Tolle, Puppato capogruppo del PD non si è opposta come hanno fatto altri, per esempio Bertolissi eletto nella stessa lista, ma si è astenuta, facendo passare questo come una critica / atto di accusa alla politica veneta.
    • La legge 27/12 che permette al Movimento per la vita di entrare negli ospedali ottenne il voto favorevole da Puppato allora capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale Veneto ( La commissione Sanità del Consiglio regionale poco tempo fa ha respinto il testo che autorizzava l’ ingresso negli ospedali ad associazioni che si occupano di etica e salute. Il Movimento per la vita, innanzitutto. Così torna in giunta il regolamento della legge 27 approvata 2 anni fa. Una grande vittoria delle donne, una sconfitta per Puppato ).
    • L’ aver votato in Senato l’abolizione dell’art. 138 della Costituzione, dopo aver partecipato alcuni giorni prima, il 12 ottobre 2013 a Roma ad una manifestazione a sostegno carta costituzionale.
    • Il cambiare troppo spesso posizione. Puppattiana durante le primarie del PD del 2012 per ottenere la segreteria del partito e la presidenza del consiglio. Poi, via via, bersaniana, amica dei grillini,civatiana ed ora renziana.
    • L’ aver abbandonato per ben due volte il territorio dove era stata eletta, prima di terminare il suo mandato. Prima Montebelluna dove era sindaco,per diventare consigliere regionale veneta, poi il Veneto per diventare senatrice.

    Francesco Cecchini 21.06.2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...