Il sindaco leghista che guarda all’integrazione

A Tarzo (in provincia di Treviso) il sindaco Gianangelo Bof (nella foto) ha deciso che sia il Comune a pagare le rette a molti figli di immigrati che non possono frequentare l’asilo perché le loro famiglie sono in difficoltà economica: “Devono integrarsi e imparare l’italiano all’asilo. Alle elementari è troppo tardi. E’ necessario che si integrino, è un bene per loro come lo è per noi“.
Un’iniziativa che prevede uno stanziamento, fissato dalla giunta, di 10.000 euro annuali, che per il piccolo comune del Trevigiano diventa un vero e proprio un investimento per il futuro.
Un esempio che dovrebbero seguire tutti gli amministratori locali, non solo della Lega.

Via Pippo Civati

P.S. anche per On the Nord

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...