Husqvarna, l’economia varesina perde pezzi

Husqvarna-250-WRSi è concretizzato in questi giorni un duro colpo per l’economia varesina, e non solo. Husqvarna, azienda produttrice di motociclette, ha deciso che dello stabilimento che dal 1999 produceva moto a Cassinetta di Biandronno rimarrà solo un punto vendita che occuperà una trentina di persone. Per gli altri 212 dipendenti è già scattata la richiesta di un anno di cassa integrazione straordinaria.

La decisione nasce dalla cessione di Husqvarna, che era posseduta da Bmw, a Pierer Industrie AG di proprietà di Stefan Pierer che, allo stesso tempo, è anche Ceo della Ktm, marchio austriaco di moto che produce modelli in diretta concorrenza con Husqvarna. Di quest’ultima, passa a Ktm anche la rete di vendita negli Stati Uniti.

Quindi, ad acquisizione fatta, l’avveramento di ciò che molto dipendenti temono e denunciano da tempo: la continuità produttiva, fatta di circa 10.000 moto all’anno, non verrà garantita e, anzi, giovedì scorso è arrivato l’annuncio che chiude ogni possibilità: da ottobre 2013 la nuova società “Husqvarna Sportmotorcyle GmbH”, sarà pienamente operativa nella produzione e vendita della nuova gamma. La nuova sede sarà a Mattighofen, in Austria, dove sorge la sede storica di Ktm. A Biandronno, come dicevamo, rimarrà il servizio clienti e di fornitura dei ricambi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...