Bossi: «Alla fine non resterò neppure io, se va avanti così»

Marco Reguzzoni e Umberto Bossi.

Marco Reguzzoni e Umberto Bossi.

Nella culla della Lega, la provincia di Varese, volano gli stracci, nonostante gli appelli all’unità sentiti pochi giorni fa a Pontida. Se Matteo Salvini dichiarava che «la battaglia si vince solo si si è uniti e la rivoluzione la si fa se le truppe sono compatte», Umberto Bossi rispondeva diplomaticamente: «I fischi riservateli a quei lecchini di regime che continuano a parlare di divisioni. […] Chi dice che tutto va bene esagera e si sbaglia e sono soprattutto dei leccaculo. Io però ho fatto la Lega non per romperla. Certo c’è qualche cosa da migliorare e la miglioreremo senza timore». Bossi aggiungeva, però, anche una precisazione: l’ultima parola sulle espulsioni spetta a lui, «Difficilmente riusciranno a espellere. Quelli che vengono espulsi faranno ricorso a me».

L’espulsione da un partito è, in sostanza, l’atto che decide chi detiene la sovranità all’interno dello stesso. Più di qualsiasi decisione politica e pubblica, le quali possono essere conseguenza di un qualche compromesso: un’espulsione è una scelta netta, che spesso non fa ricorso alle categorie del diritto, anche perché all’interno della maggior parte dei partiti italiani il diritto, di fatto, non viene applicato. Si configurano perciò degli «stati di eccezione», pregiuridici, e chi decide sull’eccezione è sovrano.

Bene, e cosa succede nelle province lombarde? Succede che Marco Reguzzoni, ex capogruppo alla Camera, marito della figlia di Francesco Speroni, molto vicino a Bossi, è da poche ore oggetto di una proposta di espulsione. Con lui Monica Rizzi («la badante del Trota»), Marco Desiderati e Alberto Torazzi.

Questa mattina, a margine di un evento pubblico, Umberto Bossi, per rispondere alle richieste di espulsione, si lasciava sfuggire che «se si va  avanti così… per me sono un po’ matti […] Dopo tanti anni per mettere insieme un’organizzazione così, alla fine non resterò lì neppure io, se va avanti così». E a una cronista che poneva delle domande in merito all’ultima parola sulle espulsioni ha risposto: «Poi vedremo. Io comunque non ho mai messo fuori nessuno dalla Lega, tranne chi si è venduto visibilmente».

Crepe anche nella ritrovata alleanza tra PdL e Lega Nord, rinsaldata dal voto regionale, ma ancora a rischio nelle province. A Venegono Superiore (Varese) si andrà al voto anticipato a maggio proprio perché alcuni consiglieri di maggioranza del Popolo della Libertà hanno fatto venire meno l’appoggio alla Giunta leghista di Francesca Brianza a febbraio. Nonostante le prese di distanza della segreteria provinciale PdL da questo gruppo di consiglieri («Una scelta che li pone fuori dal partito – dichiarava Lara Comi -. Verso di loro verranno avviate automaticamente le consuete procedure disciplinari») e le reciproche assicurazioni delle segreterie provinciali, la Lega Nord ha annunciato che scenderà in campo da sola.

Un’alleanza da tempo agli sgoccioli, che si tiene insieme solo per scopi elettorali, faide interne a suon di espulsioni, un crollo dei consensi storico. Eppure la Lega governa Piemonte, Lombardia e Veneto.

Annunci

3 thoughts on “Bossi: «Alla fine non resterò neppure io, se va avanti così»

  1. Pingback: Cose che cambiano | Cronache dal nord Italia

  2. anche in Veneto le tensioni sono altissime, 35 espulsioni qui, credo la maggioranza di tutte.
    non so se siano i preludi di una frattura, ma certo la Lega non è più monolitica come un tempo.
    ed i “bossiani” sono ancora una componente importante, che se lasciasse avrebbe grandissime ripercussioni.
    ci sarà da stare veramente alla finestra, specie a sinistra, per cogliere questi movimenti.

    -complimenti per la citazione di Agamben/ Schmitt: la classe non è acqua-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...