Cosa non cambia con #MaroniAlNord

Schermata 03-2456372 alle 11.49.54

Formigoni vs Maroni: segui il link a fondo pagina.

Ieri Roberto Maroni ha varato la nuova Giunta che guiderà la Regione Lombardia. Una prima novità riguarda il numero di assessori, diminuiti da 16 a 14. Ciò comporterà un risparmio? No: la scelta di nominare numerosi assessori esterni, che non ricoprono la carica di Consiglieri regionali, peserà sulle tasche dei lombardi circa 1,5 milioni di euro all’anno.

A parte ciò, quanto la nuova Giunta è in discontinuità con la precedente Giunta Formigoni? Ben poco. I risultati elettorali hanno ribaltato la situazione politica indicata dagli elettori nel 2010, anno in cui il peso del Popolo della Libertà all’interno della coalizione era maggioritario. Il rapporto tra PdL e Lega Nord, ai tempi, era 54,8 a 45,2. Il diverso peso elettorale si rifletteva – oltre che nell’espressione del Presidente della Regione – anche in una sorta di “premio di maggioranza” in Giunta: 64,2% di assessori di nomina PdL contro il 35,8% di assessori leghisti.

I risultati 2013 rovesciano la situazione: la Lega Nord, supportata dalla lista “Maroni Presidente”, diventa l’elemento dominante della coalizione, secondo un rapporto di 58 a 42. Tale risultato non è rispecchiato nella composizione della Giunta Maroni, nella quale il rapporto è di perfetta parità: 50 e 50. Non solo alla Lega non spetta alcun “premio di maggioranza”, ma neppure una composizione che rifletta il risultato delle liste di Lega e di Maroni.

Rimane, inoltre, un nodo sostanziale: quali assessorati cambiano colore? La Lega prende il Bilancio, la Sicurezza e la Cultura, ma rimangono nelle mani del Popolo delle Libertà assessorati strategici come quello alla Sanità – colpito dagli scandali, che pesa enormemente sul bilancio regionale e che vede una predominanza del settore privato – o quello alla Casa, guidato in passato da Zambetti, indagato per essere stato eletto con i voti della ‘ndrangheta, così come le Infrastrutture.

Tra l’altro, è sufficiente cercare Mario Mantovani, assessore con delega alla Sanità, su Wikipedia per averne un ritratto che solleva qualche perplessità in merito a potenziali conflitti d’interesse:

Nel 1996 apre la Fondazione Mantovani, di cui è direttore generale, specializzata nella costruzione e gestione di residenze sanitarie assistenziali per anziani. Con la nomina a sottosegretario nel 2008 lascia la presidenza della Fondazione Mantovani, lasciandone comunque la guida ai familiari.

Mantovani detiene la società Immobiliare Vigevanese, oltre alla Fondazione Mantovani. Con la prima costruisce residenze socio-assistenziali e con la seconda gestisce quattro Rsa in provincia di Milano che sommate a quelle guidate da Sodalitas, fanno undici strutture e 830 posti letto, tutti accreditati nelle graduatorie di regione Lombardia. Gestisce inoltre 13 centri diurni per disabili gestiti per conto dell’Asl di Milano 1.

I cambiamenti politici, in questa Giunta Maroni, sono davvero pochi. La continuità la fa da padrona, e il Popolo della Libertà continua ad avere salde le redini dei settori strategici della politica lombarda.

Qui il resto dell’infografica anticipata dall’immagine.

Annunci

One thought on “Cosa non cambia con #MaroniAlNord

  1. caro stefano, apprezzo sempre i tuoi post, ben documentati e circostanziati, però… credo rispecchino, nel linguaggio e nel vocabolario, quella sostanziale mancanza di informazione efficace che ci ha fatalmente punito in campagna elettorale (e negli anni precedenti).
    Considera l’ultima frase: “il Popolo della Libertà continua ad avere salde le redini dei settori strategici della politica lombarda”.
    oppure
    “per averne un ritratto che solleva qualche perplessità in merito a potenziali conflitti d’interesse”.

    Una persona che non segue la politica, mediamente o scarsamente informata, che magari guarda solo la tv oppure i titoli sul web (giacchè sul web mica son bravi a fare informazione, eh, diciamocelo, perchè ilpost o quelle robe lì son di nicchia; la maggiorparte delle persone acquisisce le notize delle homepage del provider di posta…hai mai visto tiscali o yahoo??!! Ma anche i titoli di Repubblica…). Dicevo: a questa persona non è mai stato spiegato BENE IN MODO EFFICACE, come, il fatto che il Popolo della Libertà continua ad avere salde le redini dei settori strategici della politica lombarda” o che ci siano “perplessità in merito a potenziali conflitti d’interesse”, costituiscano un problema o un danno per la sua vita.

    Le conseguenze… quali sono le conseguenze sulle loro tasche o sulla qualità della sanità?? Capisci che manca l’ABC per far capire il significato di quanto tu racconti, anche molto correttamente?

    guarda, te la ridico:

    PERPLESSITA’ IN MERITO A POTENZIALI CONFLITTI DI INTERESSE

    confessa che ti viene da ridere, dai…;) ripeti con me ad alta voce

    PERPLESSITA’ IN MERITO A POTENZIALI CONFLITTI DI INTERESSE

    PERPLESSITA’ IN MERITO A POTENZIALI CONFLITTI DI INTERESSE

    *perplessità*: hai mai sentito questa parola in giro per strada? al bar?
    *potenziale*: in che senso? quindi?
    *conflitti di interesse*: sì, ciao…

    Anche se nelle righe successive illustri i conflitti di interesse, sai cosa viene da pensare? che questo è bravo, han fatto bene a metterlo lì, almeno conosce di cosa deve occuparsi…
    Noi sappiamo RACCONTARE in MODO DA INDIGNARE, INDIGNARE coloro che hanno deciso all’ultimo momento chi votare in Lombardia?
    Sappiamo fare la consecutio di sta’ roba qui? cosa vuol dire che mantovani c’ha il conflitto di interesse? in che modo si ripercuote sul cittadino che deve fare una lastra al perone o un’ecografia?
    guarda che non ce l’ho con te, anzi…. il tuo lavoro è anche molto positivo, so bene da dove nasce e lo condivido, ma mi hai dato lo spunto per esprimere questo concetto sull’INFORMAZIONE, che ormai per me si chiama FORMAZIONE, EDUCAZIONE CIVICA che è completamente assente nella popolazione adulta, e per me è una TRAGEDIA, e in questo B ha ottenuto il risultato che voleva (ma non è solo B, è così in tutto il mondo…) e noi ancora dopo 20 anni siamo qui con le armi SPUNTATE perchè non sappiamo COME AFFRONTARLO E RISOLVERLO, e di certo la classe intellettuale del nostro Paese non ci ha aiutato, e nemmeno i mezzi di informazione, che sbraitano contro B e invece in questi hanno fatto semplicemente il Suo gioco, disinformando a comando, diffondendo superficialità, usando vocaboli a caso dandone scontato il significato (vogliamo parlare di “Spread” per non andare lontani?), procedendo sempre per preconcetti e precategorie, facendo solo gossip o facendo finta di non fare gossip? trattando gli Esteri come il cruciverba? abdicando completamente dal loro ruolo di IN-FORMATORI della cittadinanza….SONO FURIBONDA!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...