Due trevigiani a digiuno per l’indipendenza

Veneto«Sono 3 mesi che aspettiamo, e non siamo più disposti a rimanere passivi di fronte a una serie di suicidi dovuti alla disperazione. Pretendiamo solo che il consiglio regionale rispetti gli impegni presi, perché non è accettabile frenare, per chissà che motivi, un percorso democratico che può dare delle risposte immediate alla crisi che stiamo subendo».

Con queste parole, e facendo riferimento alla Risoluzione 44 (che impegna il presidente della Giunta regionale Veneta, Luca Zaia, e il presidente del Consiglio regionale, Clodovaldo Ruffato, a indire una consultazione referendaria al fine di accertare la volontà del Popolo Veneto in ordine alla propria autodeterminazione), Anna Durigon e Maurizio Giomo annunciano l’inizio dello sciopero della fame ad oltranza. I due attivisti, trevigiani, fanno parte del Movimento politico «Indipendenza Veneta» che, alle recenti politiche, ha raccolto nella circoscrizione “Veneto 1” 17mila voti, pari allo 0,96%, e nella circoscrizione “Veneto 2” 16mila voti, 1,38%.

Annunci

4 thoughts on “Due trevigiani a digiuno per l’indipendenza

  1. Indipendenza Veneta è un movimento che comincia ad essere conosciuto in Veneto, in alcuni comuni ha ricevuto percentuali tra il 5 e il 10%. Certo, ne deve ancora fare di strada ma può contare su centinaia di attivisti.

  2. mi dispiace arrivino a misure così estreme per una causa che non solo non ha alcun futuro, ma soprattutto non ha alcuna legittimità….
    molto meglio sarebbe impegnarsi per idee serie, purtroppo si è alimentato troppo a lungo questo mito dell’indipendenza che sarebbe un vero suicidio per il Veneto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...