Il voto per province al M5S

Nella mappa qui sotto trovate i risultati elettori del M5S alle recenti politiche, per ogni provincia italiana.

M5S_provincePossono essere fatte diverse osservazioni sulla distribuzione dei colori. A me ne sono venute in mente alcune:

  • Il voto al M5S può essere scomposto in zone omogenee, di dimensioni pressocché regionali. Riscontriamo, ad esempio, risultati eccellenti in Sicilia, nelle Marche e in Liguria. Risultati ottimi in Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Abruzzo, Molise e Lazio. Risultati mediocri in due regioni che nell’immaginario collettivo sono spesso percepite come molto distanti, ma che votano in maniera simile per il M5S: Lombardia e Campania.
  • Non esiste la «macroregione» nè, tantomento, la «macroregione a 5 Stelle». Il Nord non è un’entità omogenea e, anzi, il voto al M5S sembra superare la dicotomia tra il cosiddetto «piccolo nord», il nord-est, e il «grande nord», il nord-ovest, mostrando percentuali elettorali simili proprio in questi due territori. Percentuali che gradualmente calano quando si supera il confine lombardo, dove i risultati del M5S sono inferiori rispetto al resto d’Italia.
  • In Sicilia la sfumatura dei colori ha una componente quasi artistica. Da Messina il consenso dilaga verso sud-ovest.
  • La provincia di Bolzano è l’unica provincia in cui il M5S è (notevolmente) sotto al 15%.
  • La provincia di Parma, dove il capoluogo è amministrato dal M5S, è un’isola arancione nel mare giallo dell’Emilia Romagna. Al contrario, la provincia di Firenze è verde, diversamente dai territori circostanti.
  • Il M5S ottiene risultati apprezzabili sia in regioni tradizionalmente rosse che tradizionalmente bianche. E’ possibile che ciò sia dovuto alla capacità di «unire radicalità inconciliabili», (abolire i sindacati e istituire un reddito di cittadinanza, ad esempio) come scrive Dino Amenduni?
Annunci

2 thoughts on “Il voto per province al M5S

  1. “Il M5S ottiene risultati apprezzabili sia in regioni tradizionalmente rosse che tradizionalmente bianche. E’ possibile che ciò sia dovuto alla capacità di «unire radicalità inconciliabili», (abolire i sindacati e istituire un reddito di cittadinanza, ad esempio) come scrive Dino Amenduni?” Non ho ancora avuto tempo di analizzare seriamente i dati delle ultime politiche. Di primo acchito, però, alla domanda risponderei di no. La mia impressione è che il M5S vada a sfondare nelle cosiddette zone contendibili, ovvero nelle zone dove è venuta meno la fidelizzazione ai partiti tradizionali e dove negli ultimi anni ci sono stati cambiamenti di governo. Così nel mio FVG, in Piemonte, in Sardegna, in Sicilia, in Lazio. Tutte regioni che negli ultimi anni hanno visto un cambiamento di guida ai vertici della regione. In questi casi il M5S ha accentrato i voti degli indecisi che nelle elezioni precedenti avevano spostato l’ago della bilancia ora da una parte ora dall’altra. In Emilia-Romagna, Toscana, Lombardia, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, un po’ meno in Puglia e Calabria, dove il governo è tradizionalmente molto più stabile, e le regioni sono meno contendibili (o non lo sono affatto) il risultato del M5S, seppure chiaramente eccellente, è meno ampio.

  2. mi sembra, a colpo d’occhio che M5S vada meglio nelle vecchie regioni “bianche” piuttosto che in quelle “rosse” (penso a Veneto e Piemonte da una parte ed Emilia e Toscana dall’altra).
    questo, per la mia personalissima lettura, conferma in qualche modo quel “fil rouge” di un voto populista e di protesta, passato da Berlusconi degli inizi alla Lega ed ora a Grillo.
    quanto al risultato lombardo, potrebbe aver influito anche la comtemporaneità delle elezioni regionali, dove il candidato Ambrosoli -potenzialmente- soddisfava già il bisogno di cambiamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...