Non importa, sai, c’avevo judo

Su Facebook spopola questa foto:

Matteo Salvini ne ha fatto la sua foto profilo:

Ragazzi, sul mio profilo metto questa foto STUPENDA fatta ieri sera a Vares!! Vi piace? Vero che la mettete anche voi? W la Lega unita di Bossi e Maroni, in Tanzania i 4 cialtroni!!

La Lega non è unita: i cialtroni che Salvini manderebbe in Tanzania non sono quattro, ma molti di più. La situazione è questa: esiste il capo, Umberto Bossi, universalmente amato dalla base leghista. Esiste, poi, Roberto Maroni, stimato dalla base e riconosciuto come possibile successore di Bossi.

Il problema è tutto ciò che sta tra i vertici (Bossi e Maroni) e la base. Perché la base sogna Bossi e Maroni uniti, ma la realtà è che negli strati intermedi del Carroccio esiste una spaccatura insanabile, tra maroniti e cerchiomagisti. I secondi sono quelli stretti attorno a Bossi, non si capisce se per amore nei suoi confronti o per mera opportunità politica. Tra questi spicca Marco Reguzzoni, capogruppo alla Camera. Ieri, davanti a una platea costituita da maroniti e militanti di base, Maroni si è potuto permettere di definirlo così:

Dicono che sono invidioso di qualcuno che sta a Busto Arsizio… Ma come si fa ad essere invidiosi di uno di Busto Arsizio?

Uscendo dal teatro, Maroni è stato ancora più duro, puntando la pistola, che fino a qualche ora prima era rivolta verso di lui, dritta dritta alla testa di Reguzzoni:

Se si deve espellere qualcuno, lo si espella.

Varese News racconta così la fine della serata, parsa ai presenti la definitiva incoronazione di Bobo, o almeno la rivincita dei maroniti, presi a pesci in faccia al recente congresso provinciale, quando fu imposto – senza alcun voto – il candidato del cerchio magico, e al segretario uscente, Stefano Candiani (maronita), non fu concessa la parola:

La serata di Varese è stata uno snodo epocale nella lotta per la successionee si è infine chiusa con dei cori durissimi: “Reguzzoni fuori dai co…” e uno persino pià greve contro Rosi Mauro, detta la Badante; o ancora con urla da stadio: “chi non salta è del cerchio…”.

Ieri erano tutti lì, i maroniti, a cantare a squarciagola contro i compagni di partito, mentre Maroni continuava a rimarcare “noi siamo tutti con Bossi”.

La risposta di Reguzzoni non si è fatta attendere:

Il congresso federale? Mi sembra una buona idea. Può essere il momento per contarsi e vedere chi è davvero a favore di Bossi e chi no. È ora di uscire dalle ambiguità che fanno solo danni alla Lega, tutte queste polemiche ci indeboliscono. Se in Padania si litiga, a Roma si ride…

Che la tensione fosse pronta a esplodere in cori da stadio, si era capito la sera precedente. A Luino, il commissario della sezione, Giorgio Fiorio, reguzzoniano d.o.c. è

caduto a terra dopo una serie di spintoni con i militanti che volevano dei fogli di iscrizione per poter votare al prossimo congresso cittadino. Un tira e molla, condito con insulti e urla, che si è risolto in un ruzzolone dell’esponente cerchiomagista, mentre i maroniani lo contestavano apertamente.

E mentre i maroniti sdrammatizzano, Fiorio racconta l’aggressione nei particolari:

Ho subito una mossa di judo, sono stato spinto e mi è stata messa una gamba dietro le mie gambe. Ho subito una torsione bel busto, e non sono caduto di piatto. Non mi sarei mai stato aspettato nulla del genere.

In tutto questo, viene da chiedersi cosa ci stia capendo Umberto Bossi. Pacche sulle spalle e affetto dimostrato da tutti, militanti e quadri intermedi, mentre si consuma una guerra intestina per la raccogliere lo scettro dell’imperatore della Padania.

Annunci

2 thoughts on “Non importa, sai, c’avevo judo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...