L’idiota in politica.

Lynda Dematteo è autrice de L’idiota in politica. Antropologia della Lega Nord. Gad Lerner nella prefazione del libro spiega bene il senso della parola idiota e del libro.

Sia ben chiaro, Lynda Dematteo non insulta: descrive con sapienza un’innovazione comunicativa che ha finito per travolgere i fondamenti del confronto democratico. L’idiota in politica è una figura vincente che da un quarto di secolo occupa la scena pubblica italiana, ma che nessuno prima di lei ci aveva rivelato nella sua formidabile efficacia simbolica. E naturalmente Umberto Bossi non è idiota. Fa l’idiota, cosa ben diversa. Somministra con astuzia dosi miscelate d’ironia e di furia. […] Ci siamo talmente abituati a questo gioco quotidiano di idealizzazione e denigrazione, elaborato fin dagli esordi politici della leadership leghista, da restarne imprigionati. E infine assuefatti.

Un’assuefazione di cui solo oggi sembriamo (forse) esserci liberati. Rimane essenziale capire le ragioni politiche e sociologiche di questo fenomeno. Lynda Dematteo sarà a Varese il 28 gennaio. Un’altro intervento da non perdersi.

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Lega Nord da andreacivati . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su andreacivati

Sono nato l’8 gennaio 1986. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Bocconi, lavoro in uno studio legale di Milano. Dal 2011 sono Consigliere Comunale di Varese, tra i più votati candidati del Partito Democratico. Mi occupo di urbanistica, consumo di suolo e trasporto locale. Faccio politica perchè mi piace e perchè detesto l'espressione "sono tutti uguali".

27 thoughts on “L’idiota in politica.

    • L’incontro sarà in una sala nel centro cittadino di Varese. Per ragioni logistiche e organizzative pubblicizzeremo a breve il luogo preciso dell’incontro.

    • Colgo perfettamente la differenza. Il 28 gennaio si parlerà di Nord.
      E’ evidente, però, che una parte del ragionamento politico riguarda i passati vent’anni nel quale la Lega Nord ha avuto un ruolo importante che negare sarebbe miope.

      • Caro Andrea,
        spero tu sappia cogliere però anche la sottile differenza fra il parlare di Nord tout court e il parlarne dicendo che non bisogna avere come modello di riferimento la Lega Nord. Perchè un conto è difendere l’insieme degli interessi facenti capo al territorio che si intende rappresentare (e che esiste, al di là dei nomi che gli si danno), ben altra cosa è inconsciamente identificare l’esistenza stessa di quel territorio e dei relativi interessi proprio con quel partito, e in virtù dell’opposizione allo stesso cercare in ogni modo di distanziarsi. Fino a non difenderli affatto, quegli interessi.

  1. Caro Alessandro, riconosco (direi riconosciamo) l’esistenza di problemi tipici del Nord. Così come esistono problemi tipici di altre zone. In nessun modo la nostra risposta vuole essere legata (seppur in negativo) al messaggio leghista.
    Così facendo ci sarebbe solo un messaggio subalterno e incompleto, monco per antonomasia. Quello che stiamo facendo e descrivere una proposta più complessa, meno banale e più efficace. Mostrando l’alternatività di questo messaggio rispetto a quello leghista. Sono riuscito a spiegarmi?

    • Veneto, dal 2008 a oggi:

      http://www.pnveneto.org/2011/12/drammi-a-confronto-solo-lindipendenza-ci-puo-salvare/

      lista:

      “Dirigente d’azienda di 43 si butta sotto il treno per non dover licenziare ”
      “Si impicca perché non riesce a pagare i suoi operai da 6 mesi ”

      “Gestore di supermercato si toglie la vita per difficoltà economiche ”
      “Imprenditore edile si toglie la vita 
Era nella morsa dei debiti Galliera Veneta «Vado a fare un lavoro, torno presto».”

      “Imprenditore edile si impicca per il pensiero dei dipendenti da pagare ”

      “Walter Ongaro, titolare di una falegnameria si impicca per la crisi ”

      “Giovanni Schiavon si uccide. Avanzava 200.000 euro dalla Pubblica Amministrazione ”

      non sono tutti…..no comment sull’ultimo che vantava crediti per 200.000 euro….

      • P.s
        nel link per ogni persona deceduta guardate nella colonna di sinistra della tabella le dichiarazioni dei politici “italioti”….la migliore, a mio parere, è la Bindi.

      • Fatico a trovare un nesso fra questo drammi e l’indipendenza del Nord. Bastasse questo…

        E, a dir la verità, mi sembra abbastanza meschino utilizzare pretestuosamente queste tragedie per questi fini.

        Se invece parliamo dei privilegi dei parlamentari non posso che corcordare.

      • “Fatico a trovare un nesso fra questo drammi e l’indipendenza del Nord. Bastasse questo…” ah si?
        “mi sembra abbastanza meschino utilizzare pretestuosamente queste tragedie per questi fini.” meschino? meschino ricordare che se non facessimo parte dello Stato italiano molte aziende potrebbero competere meglio nel mercato internazionale? meschino è ricordare che si potrebbero abbassare le tasse sul lavoro, migliorare la qualità dei servizi se non fossimo nello Stato italiano…. io non uso niente per fini secessionisti(che brutta parola), questa è una realtà e per alcuni la soluzione è l’indipendenza. Disgrazie? certo non si poteva far nulla per evitarle vero? e se si fosse potuto è colpa della Lega e Pdl che hanno governato…..

      • Su Onthenord saranno pubblicate tutte le informazioni. Quindi anche se non esclusivamente questo sarà il sito.

      • Ho letto che hai organizzato un “prossima italia varese”, c’entra qualcosa?
        Più presto arrivano le informazioni sull’iniziativa, meglio ci si organizza. Anche perché Varese non è dietro l’angolo…

    • Un’ultima cosa (non sarà l’ultima): io se posso vengo a questa manifestazione che hai organizzato perché mi piacerebbe conoscere te e Stefano, però volevo sapere se l’iniziativa riguarda Varese e temi locali oppure se può essere interessante anche per chi vive al Nord, ma lontano da Varese.
      Per poter magari inivitare anche altra gente da qua.

      • L’iniziativa riguarderà assolutamente tutto il Nord. La scelta di Varese ha un valore simbolico più che “tematico”.
        Quindi l’invito deve assolutamente essere esteso a tutti gli interessati ai temi del Nord.

      • Ci sarà la possibilità di intervenire?

        P.s.
        Ma è possibile che da Venezia a Treviglio col REGIONALE ci metto 2 ore e mezza (250km) e da Treviglio a Varese ci si mettano DUE ORE (100 km) ? Ma come vi muovete in Lombardia: col teletrasporto?

  2. Caro Valerio,
    Ci sarà la possibilità di intervenire per tutti coloro che lo richiedono (compatibilmente con le richieste e le disponibilità già confermate).
    Quello che chiediamo a tutti coloro che interverranno è di fare una proposta precisa. E di inviarci preventivamente l’argomento sul quale intendono intervenire in modo da poterlo calibrare al meglio con gli altri.
    Quindi se ci mandi gli argomenti su cui vorresti intervenire con piacere ti diamo la possibilità di intervenire.

    Grazie e buon anno,
    Andrea
    PS quanto ai trasporti: sì, in Padania, esiste il teletrasporto: devi prendere la Pedemontana (che aspettiamo da vent’anni) e poi svoltare sulla BreBeMi (altrettanto attesa). Poi se non ti vuoi negare nessun piacere ti conviene prendere un treno veloce da Milano a Varese. Praticamente fantascientifico.
    Comunque a parte gli scherzi, arrivando da Venezia a Milano, ci sono molti treni sia da Stazione Centrale che da Cadorna per Varese.

    • A proposito di BreBeMi, è curioso come molti sindaci PD nell’EastSide milanese siano stati eletti con il contributo importante in termini di voti dato dalla sinistra radicale, sotto le insegne di Rifondazione per esempio. E’ curioso perchè quella stessa sinistra è contrarissima alla BreBeMi.
      Cadrega non olet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...