Reguzzoni, non ci scappi

Perdonatemi. Ma più passa il tempo e più non riesco a capire come questi elementi siano riusciti a rimanere al governo (non a governare..) per tutto questo tempo. Non mi spiego come tanta brava gente si sia fatta abbindolare: ne sparavano una al giorno e continuano imperterriti.
Tante volte, anche troppe, abbiamo provato a svelare il grande bluff leghista. E devo dire che il nostro lavoro, che ovviamente è pulviscolo in confronto a quello di altri, da qualche tempo a questa parte ha iniziato a pagare.
Tra i tanti argomenti portati avanti dai fedeli di Umberto Bossi, ce n’è uno che mi ha sempre fatto scompisciare dalle risate. Ed è quello secondo il quale la sinistra vorrebbe dare il voto agli immigrati in modo che questi possano votarla, ribaltando l’esito delle elezioni. Ragionamento riproposto ieri da Marco Reguzzoni, Presidente dei deputati della Lega Nord alla Camera.

È pazzesco, lo so, verrebbe voglia di liquidare questa corbelleria come una delle tante. Però, in questi anni, abbiamo imparato a capire che ogni menzogna, anche la più stupida, deve essere affrontata per come si deve. Il  nostro risponditore automatico serve proprio per questo:

Un’indagine Ismu-Orim della Regione Lombardia precisa che gli stranieri voterebbero in modo molto diverso. Alcuni, soprattutto i neocomunitari (Europa dell’Est), voterebbero a destra, con percentuali bulgare (e non è una battuta). Si distinguono per il voto a favore di forze conservatrici soprattutto i rumeni (nel 64,2% dei casi voterebbero a destra). Così anche i cinesi (53,3%). A sinistra guarda il ‘collegio’ Africa e le persone che provengono dall’America Latina. Lo stesso vale per le religioni, che indicano un voto verso sinistra di induisti, musulmani e sikh, mentre a destra guardano ortodossi, buddisti e copti. L’Italia è al settimo posto in Europa per numero di concessioni della cittadinanza, proprio in conseguenza di un impianto normativo restrittivo (Caritas). Secondo un’indagine Ministero dell’Interno-Makno (2008), i cittadini italiani che si dichiarano favorevoli alla cittadinanza dopo 5 anni erano il 51,8% nel 2007. Nel 2008 erano diventati il 59%. A questi (favorevoli incondizionatamente) vanno aggiunti i favorevoli «purché le verifiche siano effettive»: 11,5% nel 2007, 13,1% nel 2008. In totale il 72,1% degli italiani si diceva favorevole già più di un anno fa alla concessione della cittadinanza dopo 5 anni.

Il leghista di turno è servito.

P.R. anche per On The Nord

Annunci

2 thoughts on “Reguzzoni, non ci scappi

  1. Il bello è che poi la stragran maggioranza degli stessi voterebbe a favore della secessione, perchè non sono mica scemi. Fuggiti dai propri paesi e da vari dittatori da strapazzo per finire spennati dallo stato-mafia? No grazie.
    p.s.: a proposito di corbellerie spacciate per verità, ci metterei anche quella dell’apartheid padano. Perchè non è che se la Lega spara cazzate la sinistra del Nord si risparmia, eh!

  2. Ma questa non è politica! Nella testa di Bossi troppa confusione! E’ malato.. però. Io pretenderei che quello che gira in TV venga accertato scientificamente , perchè non è possibile che ai politicanti sia consentito tutto , anche la bestemmia in TV.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...