Aerei leghisti

Ma voi lo sapevate che esistono aerei, pagati con soldi pubblici, ribattezzati con i nomi di Bossi, Calderoli, Maroni e via discorrendo? Accennammo qualcosa lo scorso anno. L’Espresso oggi torna a parlarne:

Umberto Bossi non ha trasvolato l’oceano come Italo Balbo, ma come il ministro fascista aveva un aereo a suo nome. La matricola era I-Umbe, un omaggio del senatore leghista Giuseppe Leoni (nella foto), che dal 2002 guida l’Aeroclub d’Italia, la grande e ricca associazione degli appassionati di volo che pilota facendo rotta sul Nord. Oggi di quella flotta padana, restano ancora l’I-Rmar in omaggio a Roberto Maroni, l’I-Cald dedicato a Roberto Calderoli, l’I-Gitr in tributo a Giulio Tremonti, e altri velivoli intitolati a ministri ed esponenti dell’attuale maggioranza, compreso un I-Noel, ossia Leoni al contrario. Una pattuglia verde padania, pagata con denaro pubblico dal dicastero di Altero Matteoli, sindaco di quella Orbetello da cui decollavano i trasvolatori atlantici del Duce. Ben 18 monoplani acquistati nel 2010 dall’Aeroclub grazie a un finanziamento ministeriale, per essere poi girati agli aeroclub della penisola.

(continua a leggere su l’Espresso)

P.R. anche per On The Nord

Annunci

2 thoughts on “Aerei leghisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...