Contro il logorio del calcio moderno

Balon Mundial è un ricostituente, un rimedio naturale contro il disgusto del calcio, quello dei giornali di questi giorni.

E come non dare ragione a Ilda Curti, assessore alle periferie – come ama dire lei – di Torino. Quest’anno, tra l’altro, sarà anche record, perché le squadre partecipanti saranno ben 32, superando il numero di iscritte all’analogo torneo che si tiene a Madrid.

E le caratteristiche di un mondiale di calcio ce le ha proprio tutte. Perché, come i mondiali, “è un qualcosa di più – sostiene Davide Moratti, uno degli organizzatori – Balon Mundial è voglia di stare insieme”. Ma non solo.

È anche un mezzo per dare la possibilità alle varie comunità di passare del tempo insieme senza perdere la propria cultura e la propria identità, oltre che, ovviamente, uno strumento di aggregazione.

E infatti, racconta un ragazzo del Burkina Faso:

A Torino non sono tante le persone provenienti dal Burkina Faso, e per formare la squadra abbiamo contattato nostri connazionali in giro per il Piemonte, soprattutto nel Cuneese. Ora ci vediamo, giochiamo a calcio e sta prendendo forma una sorta di comunità. Il torneo non ha solo un aspetto sportivo, forse ben più importante è quello culturale.

Da quest’anno prende anche il via il torneo femminile. Perché non vogliamo farci mancare nulla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...