La Sacra corona unita sbarca in Veneto

Non c’è solo la ‘ndrangheta, al Nord. No, abbiamo anche la Sacra corona unita. Secondo quanto trapelato da alcuni canali investigativi,

La mafia pugliese starebbe approfittando della crisi economica per investire nel mattone, nelle imprese edili e negli allevamenti.

Il mattone è un elemento ricorrente, ma i metodi della Sacra corona uniti sono diversi:

Il metodo di penetrazione nel tessuto economico sarebbe però totalmente diverso da quello utilizzato da mafia siciliana, n’drangheta calabrese e camorra campana. Niente pizzo e violenze, ma affari.

Il metodo per ripulire il denaro sporco? Acquistare case e appartamenti, utilizzando prestanome insospettabili, alle aste o dai fallimenti di società edilizie. Il fiume di denaro – si è appreso – verrebbe anche utilizzato per acquistare attività produttive.

Non a caso nella Marca avrebbe trovato domicilio nonché base operativa un commercialista barese, ritenuto uno dei cassieri della mafia pugliese. Si tratterebbe di un contabile, con nessun precedente penale, ma molto vicino agli esponenti di spicco dei clan criminali pugliesi.

E non finisce qui, perché la questione è anche geografica, e oltrepassa i confini nazionali:

L’uomo, oltre a dirigere gli affari nel Nordest e in provincia di Treviso, avrebbe anche un compito di coordinamento logistico. Sarebbe lui a tenere i contatti tra i capi clanrimasti in Puglia e i latitanti che si sono rifugiati all’estero. Da quanto filtrato da fonti vicine agli inquirenti, i latitanti della Sacra Corona Unita avrebbero scelto le repubbliche dell’ex Jugoslavia per la propria vita da fuggiaschi d’oro.

Uno snodo geografico che permette di tenere saldi i rapporti tra gli esponenti dei clan rimasti in Puglia e quelli costretti a rifugiarsi in Kosovo piuttosto che in Montenegro, paesi nei quali hanno già avuto modo di tessere rapporti con le locali organizzazioni criminali.

Chissà che non siano di interesse anche le spiagge.

Annunci

3 thoughts on “La Sacra corona unita sbarca in Veneto

    • Ma tu Roby pensi davvero che un governo (un qualsiasi governo intendo) possa avere strumenti specifici, nell’ambito di una legislazione ordinaria, per bloccare questo tipo di colonizzazioni?
      Capisco poi che l’antiberlusconismo sia assurto a “religione civile” della tua parte politica, ma mi permetto di far rilevare che arresti a catena di mafiosi e sequestri a catena di loro beni non sarebbero possibili se un Governo fosse amico della mafia (e non, al massimo, condizionato elettoralmente dalle lobby politico-affaristiche meridionali, che sono pappa&ciccia con i clan, e che regolarmente esercitano malefici influssi su qualsiasi partito “nazionale” e su qualsiasi maggioranza parlamentare o locale); e faccio anche osservare che molti dei teoremi su cui si fonda l’antiberlusconismo militante, in tema di amicizie mafiose, stanno lentamente e faticosamente crollando proprio in questi mesi, fra ciancimini pataccari, magistrati un po’ troppo militanti (al limite del militontismo, nel loro farsi garanti di figli-di-papà sparaballe professionisti -e pure mafiosetti, se non erro-), ex-presidenti ed ex-ministri che forse avrebbero fatto meglio a maneggiare con cura le revoche del 41-bis, invece di cacarsi sotto di fronte allo stragismo mafioso…

      Detto questo, una nota personale.
      Anche se credo che le nostre visioni della realtà siano del tutto lontane e diverse, mi sono piaciuti molti passaggi della tua lunga lettera autobiografica e, se posso dirlo, il pezzo su tua madre, con la foto in dolce attesa e in braccio tuo fratello, mi ha un po’ commosso.
      Quindi, nonostante le distanze, ti saluto con amicizia,
      Alessandro Storti

      • Non credo che le nostre visioni siano poi così lontane e diverse. Il mio riconoscere, nell’attuale governo, un accanimento nel perseguire politiche atte a far nulla che giovi veramente al paese, non mi esime dal criticare duramente, tanto più quando più avrebbe dovuto essere proprio la parte politica che credo dovrebbe rappresentarmi, i governi così detti di “centro sinistra”, ma che ben poco di sinistra erano, così come poco c’entra il Pd con la sinistra, in quanto costituito da una schiera di ex-democristiani, che veramente poco, per non dire nulla, hanno fatto per evitare l’impantanamento odierno, avezzi come sono sempre stati al compromesso, al scendere a patti per un tornaconto che, a ben vedere è sotto gli occhi di tutti, e che sfocia nel continuare ad appartenere ad una casta politica dove non si fa largo alle nuove leve, a meno che non siano quasi totalmente incompetenti, ragion per cui si rende necessaria la presenza di personalità vetuste ben incollate alla poltrona.
        Non vorrei dilungarmi nella disamina sui processi che più o meno stanno crollando, cosa che non credo, e non ravvedo nella magistratura la presenza di funzionari, soprattutto nell’inchiesta della così detta trattativa tra mafia e Stato (che parte da molto lontano), non ravvedo, dicevo, funzionari ingenui e sprovveduti. Voglio solo ricordare che le prove fornite da Ciancimino Massimo sono state avvallate da ampi riscontri, sia documentali che da intercettazioni telefoniche, e quella del documento risultato contraffatto è l’unico, fin’ora, ad essere stato scoperto, ed è costato piuttosto caro a Ciancimino. Sono ancora da dimostrare e da scoprire le responsabilità e le modalità della falsificazione, che, diciamolo, è un po’ rudimentale.
        E poi, il fatto un Governo possa essere, come tu dici, “condizionato elettoralmente dalle lobby politico-affaristiche meridionali, che sono pappa&ciccia con i clan, e che regolarmente esercitano malefici influssi su qualsiasi partito “nazionale” e su qualsiasi maggioranza parlamentare o locale”, farebbe dell’interlocutore politico, quale che sia, un soggetto penale da concorso esterno in associazione mafiosa. Ma potrei sbagliarmi.
        Però penso sia questo il motivo per cui non si fa una vera riforma della giustizia, che dia alla magistratura gli strumenti di cui ha reale bisogno per agire più velocemente…
        Ma questa è un’altra storia.

        Ti ringrazio per la nota personale che apprezzo veramente, e ti saluto con amicizia a mia volta,
        Roberto Bulgarelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...