La scivolata di Cota sul Festival del cinema gay

Il Consiglio regionale del Piemonte rischia di scivolare – anzi, scivola – sul Festival del cinema gay. Dopo che Cota si era speso pubblicamente per togliere il logo della Regione dal festival, per bocciare l’ordine del giorno presentato dal Partito Democratico c’è stato bisogno del voto del presidente dell’aula, Valerio Cattaneo, che per consuetudine non vota (è la seconda volta che succede, in pochi giorni. La prima volta, sulle quote latte). Ma non credete, la maggioranza, grazie anche al voto segreto, è andata comunque sotto: 25 voti a favore e 20 contrari all’ordine del giorno, con 6 astenuti che vengono considerati voti contrari.

All’interno del gruppo di maggioranza sembra siano volate anche parole grosse (“siete un gruppo di cialtroni”), e il Partito Democratico non se l’è lasciate sfuggire:

Le divisioni del centrodestra sono evidenti – attacca il capogruppo Reschigna – e oggi hanno scelto di rompere una tradizione, che dura da 26 anni, di rispetto dei diritti delle minoranze, negando il patrocinio a un festival che fa onore a Torino e al Piemonte in tutta Europa.

La difesa della decisione della maggioranza era stata piuttosto divertente:

la Giunta non ha concesso il patrocinio perchè nessuno l’ha mai chiesto e non è il caso di farne una questione di principio a favore o contro i gay perchè sono stati comunque garantiti i finanziamenti.

Questioni tecniche, as usual.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...