I cocomeri di Bologna

Era il 12 novembre del 1989, il muro di Berlino era stato buttato giù da appena tre giorni, Occhetto fece un lungo discorso nella famosa sezione della Bolognina, diede il via al famoso “nuovo corso” del Partito comunista più grande dell’occidente e trasformò così il quartiere più popoloso di Bologna nel vero simbolo della prima grande “svolta” della sinistra italiana. “Ero comunista – insiste Gianni – e anche se non ho mai accettato la scelta di abbandonare la falce e il martello ho sempre votato a sinistra e non mi sono mai, e dico mai, sentito di destra. Ma negli ultimi tempi, beh, confesso di essermi ritrovato in una situazione difficile da decifrare. Avevo delle idee chiare di sinistra ma in giro per l’Italia, e soprattutto in giro per la mia città, non trovavo nessuno che riuscisse a soddisfarle. Oggi però, per me, quel qualcuno c’è e si chiama Lega”.

L’articolo di Claudio Cerasa continua qui

Annunci

One thought on “I cocomeri di Bologna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...