Cronache da un piccolo nord Italia

Come in molti sapranno, al Festival di Sanremo, quest’anno, ha fatto esordio una canzone in dialetto. Si tratta di Yanez, di Davide Van De Sfroos.

Ed è un grosso problema, per L’Ordine, quotidiano del comasco diretto da Alessandro Sallusti:

Davide Van De Sfroos è di fatto un simbolo di Como, del lago di Como e dei comaschi. Di fatto è così per tutti. Per tutti tranne che per la Prealpina, lo storico quotidiano di Varese che oggi ha titolato in prima pagina in termini francamente sorprendenti: “Varese a Sanremo con De Sfroos”. Sì, a Sanremo a rosicare di invidia verso Como! E invece no. La Prealpina ha un asso nella manica: il testo della canzone che De Sfroos ha presentato al festival. Non proprio il testo, diciamo una frase del testo. Anzi una piccola espressione all’interno di una frase del testo. Più precisamente ancora: una sola parola nell’intera canzone. Dove a un certo punto effettivamente si allude – microscopio del Cern alla mano – ai pirati venuti giù in riviera romagnola da “Varees”. Ah che caduta di stile! Non di De Sfross (che pure poteva risparmiarsi il miniriferimento a Varese), ma dei varesini.

Ma i dissapori non si limitano all’Ariston, anzi:

Avete già molto e volete tutto. Avete più potere politico in Regione, sull’università la fate da padroni, da tempo ci guardate dall’alto in basso a causa – beninteso – delle nostre ben note figuracce amministrative. Volete anche un primato artistico e musicale? Eh no, questo è troppo. Lasciateci almeno De Sfroos.

Annunci

5 thoughts on “Cronache da un piccolo nord Italia

  1. Eh, ma invece il problema esiste, eccome.
    Ho appena finito di litigare con un mio amico vendoliano perchè a me piace Davide Van De Sfroos e lo seguo al festival di Sanremo.
    Riassumendo dice che siccome canta in dialetto tira la volata alla Lega.
    Ovviamente l’argomentazione non regge perchè il dialetto è cultura popolare e non è certo la lingua della Lega.
    Però fa capire come DVDS sia un piccolo “centro di potere” economico e simbolico in provincia di Como: ognuno gli tira la giacchetta o tenta di tirarlo dalla sua parte.
    Lui, un po’ per convinzione, un po’ per opportunismo non si è mai schierato e si premura di non inserire messaggi politici nelle sue canzoni.
    Però se i cugini varesini rivendicano una qualche parternità sull’artista ecco che subito scatta il campanile…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...