Euregio sì, Euregio no

L’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino è un progetto comune di collaborazione transfrontaliera delle regioni storicamente componenti il Tirolo: lo stato austriaco del Tirolo, l’Italia con l’Alto Adige-Südtirol e il Trentino.

Il 29 ottobre 2009 è stato dato l’avvio ufficiale ai lavori che dovranno portare alla costituzione di un GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Transfrontaliera), cioè di una struttura con personalità giuridica prevista dall’ordinamento UE. Il Parlamento italiano ha ratificato il regolamento europeo che istituisce i GECT tra il marzo e il giugno 2009.

L’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino si occuperà di coordinare le politiche in materia di agricoltura e foreste, tutela della natura, turismo, imprese, trasporti, istruzione, formazione e ricerca, cultura.

È senza dubbio molto tempestivo (si fa per dire) il fatto che da Roma sia stata rigettata parzialmente la richiesta, in questi giorni in cui Luis Durnwalder, autorevole esponente del Partito Popolare Sudtirolese nonché presidente della provincia autonoma di Bolzano, ha ribadito in diversi modi di non sentirsi italiano.

Sulla rete non ho trovato le motivazioni del rallentamento, ma solo le reazioni dei diretti interessati e promotori. Ognuno la vede – fin troppo – a suo modo:

Roma fa presente che l’Euregio non è prevista dalla costituzione italiana, ma la prevede l’Unione europea.

Luis Durnwalder, Partito Popolare Sudtirolese

L’Italia si è tolta la maschera e mostra il suo vero volto.

Suedtiroler Freiheit, il partito della pasionaria Eva Klotz

La procedura sta facendo il suo corso. Sono arrivate nei giorni scorsi da Roma alcune richieste di precisazioni; non si tratta di una battuta d’arresto ma di un iter conforme a quanto previsto dal regolamento dell’Unione europea del 2006 e dalla legge comunitaria 2009, che disciplina la costituzione dei gruppi europei di cooperazione territoriale. Rimaniamo ora in attesa di una definitiva autorizzazione da parte del Consiglio dei Ministri.

Lorenzo Dellai, presidente della provincia di Trento, Alleanza per l’Italia

Annunci

3 thoughts on “Euregio sì, Euregio no

    • beh, il veneto fa parte dell’euroregione alpe-adria, la lombardia, dell’euroregione insubre. queste euroregioni non sono chissà che. mi paiono nella migliore delle ipotesi dei semplici coordinamenti transfrontalieri istituzionali, nella peggiore delle poltrone da occupare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...