La vittoria del bebè

Nonostante Stefano Candiani, sindaco di Tradate (Varese) e segretario provinciale della Lega Nord, avesse annunciato in dicembre la decisione di ricorrere in Cassazione, arriva oggi la notizia:

Il Comune di Tradate pagherà i bonus bebè arretrati. Lo ha deciso la giunta comunale dando così seguito alla sentenza di secondo grado del tribunale del lavoro di Milano, che imponeva al Comune di versare gli assegni che negli anni erano stati negati ai figli di genitori stranieri. I bonus che il Comune dovrà corrispondere sono 3 per il 2007, 13 per il 2008, 16 risalenti al 2009 e 51 per lo scorso anno.

Cioè per il periodo in cui è stato in vigore il provvedimento che prevedeva il bonus bebè solo per i figli di cittadini italiani.

Il trasferimento non sarà in tutti i casi pari a 500 euro, ma al netto di alcuni debiti e tariffe arretrate, spiega Candiani:

Ci sono famiglie che hanno tariffe arretrate e debiti vari con il Comune per cifre che si aggirano sul migliaio di euro erogare loro il contributo sarebbe stata una doppia beffa, con una mano trattengono quanto dovuto e con l’altra chiedono l’assegno, questo chiaramente non lo possiamo accettare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...