Fratelli d’Itaglia

Vanno sommandosi, in questi giorni, diversi fatti curiosi. Abbiamo raccontato che a Trieste il nuovo regolamento delle scuole materne prevede il Crocefisso obbligatorio, in ciascuna aula. E abbiamo raccontato che in Veneto, nonostante si debbano affrontare gravi tagli all’Istruzione, l’assessore competente ha deciso di donare una copia della Bibbia a tutti gli alunni delle scuole primarie.

A Villafranca, in provincia di Verona, il Tricolore nelle aule scolastiche spacca la maggioranza:

Camillo Beghelli della Lega Nord, Massimo Dalto ex fiamma tricolore candidato nel Carroccio, e Filippo Dalfini, di Progetto nord-est ma di fede leghista. I tre si sono astenuti.

Beghelli ha motivato così:

Volevamo inserire nella bozza della mozione anche l’impegno a esporre la bandiera di San Marco ogni 25 marzo, festa del popolo Veneto. Lo stesso si voleva fare in occasione della festa dell’Europa con la bandiera europea.

Richiesta non accolta – “questa mozione riguarda il Tricolore nazionale, nulla toglie di parlare delle altre due bandiere, ma al momento opportuno e con un altro documento” – e conseguente astensione.

Chiudo con le parole di Umberto Bossi, pronunciate oggi, riguardanti l’Unità d’Italia:

l’Italia è divisa in due: chi sente che è una ricorrenza positiva la festeggia, gli altri non la festeggiano.

Il Veneto è una storia, una lunga storia che viene dalla Repubblica Veneta, la quale ha fatto cose che sono rimaste nella testa dei veneti.

Annunci

2 thoughts on “Fratelli d’Itaglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...