Patente di razzismo

Per sostenere l’esame di teoria per la patente di guida è stata costretta dal funzionario della Motorizzazione Civile di Valdaro (MN) a togliersi il velo. La motivazione: «Potrebbe nascondere un auricolare e ricevere suggerimenti dall’esterno». La ragazza musulmana si toglie il velo, e tra le lacrime per l’umiliazione subita (togliersi il velo equivale a rinnegare la propria religione) sostiene l’esame, rispondendo per iscritto ai vari quiz.
Eppure il velo le copriva solo il capo ed il volto era ben visibile. Oltretutto se c’era il timore di auricolari nascosti, sarebbe stato sufficiente alzare momentaneamente il lembo del velo o foulard dalle orecchie per controllare.
Ma, se fosse vero che non era la prima volta che quel funzionario trattava male gli stranieri, forse l’obiettivo era quello di umiliare e discriminare una persona solo perché di un altro Paese e di un’altra religione.

P.S. anche per On the Nord

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...