I Democratici senza futuro

“D’ora in poi multe salate per venditori di rose e lavavetri che opereranno in prossimità di incroci e rotonde. Diventa fuorilegge l’accattonaggio: non si potrà chiedere questua o elemosina in luoghi pubblici, neppure all’entrata delle chiese. Banditi inoltre i parcheggiatori abusivi e sanzioni anche per chi rovista tra i rifiuti in cerca di cibo e materiale di recupero. Novità anche per il decoro: vietato passeggiare in costume o abiti succinti o calarsi in laghetti e fontane in cerca di refrigerio”.

Ci troviamo nel nord-est, a Spinea, e sembra il classico regolamento di polizia urbana di stampo destrorso/leghista. E di fatti lo è. Nel senso che è stato elaborato due anni fa da una giunta di centrodestra. L’aspetto curioso è che le nuove regole sono state adottate pochi giorni fa dalla nuova giunta di centrosinistra, guidata da Silvano Checchin, Pd.

Checchin ha però preferito rinviare la discussione sulla necessità di dotare i vigili urbani di armi. E così l’assist è stato sfruttato, puntualmente, da destra:

Checchin chiarisca la questione vuole il regolamento solo per far lavorare i vigili di notte o come strumento di difesa personale? La polizia locale deve essere sempre armata, anche di giorno.

Silvano Checchin cederà nuovamente, appoggiando il vorticoso gioco al rialzo delle destre o, forse, penserà che sia meglio proporre un modello alternativo?

Annunci

2 thoughts on “I Democratici senza futuro

  1. Pingback: Cambiare campo e allargare il gioco | un blog per conservarsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...