Scissionista

Nei giorni scorsi è stata issata una bandiera leghista al posto del tricolore sul valico italo-sloveno di Basovizza, sul carso triestino. Oggi è arrivato in città il ministro della Difesa La Russa, in occasione dell’avvio dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, e gli è stato chiesto un commento sull’episodio. La Russa non ha trovato nulla di meglio da rispondere che: “Non abbiamo l’esclusiva delle bandiere”.
Abbiamo visto in precedenza la lunga inerzia del ministro Gelmini nel togliere i simboli padani dalla scuola di Adro. Oggi sono i tentennamenti del ministro La Russa sull’episodio di Basovizza a  suffragare la legittimità di comportamenti cinicamente tesi a incrinare la coesione della Repubblica italiana. Il Carroccio infatti continua ad avallare manifestazioni di segno antinazionale ogni volta che se ne presenta l’occasione, e ciò non è ulteriormente tollerabile.
Qualcuno ha creduto che la Lega scissionista aveva cambiato pelle, ma appunto solo di pelle si tratta: sotto è rimasta la stessa.

Debora Serracchiani – anche – per On the Nord.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...