Ordinaria amministrazione, ordinaria idiozia

Via Quarenghi, a Bergamo, è una questione aperta. Luoghi difficili, terre di nessuno, dove lo spaccio è dietro l’angolo. La (non) soluzione che la Giunta comunale si appresta ad adottare è una soluzione che voi umani conoscete benissimo, se vivete on the nord. E sarà tristemente inefficace, come le miriadi di ordinanze in vigore nella Regione Straniera, dal divieto ai negozi cinesi di esporre lanterne rosse (Treviso) al divieto di vietato sedersi in più di tre persone sulle panchine (Voghera):

È un pacchetto pesante, che non mancherà di far discutere. Palafrizzoni sta lavorando ad un intervento massiccio su via Quarenghi, con interventi ad ampio raggio, dove – dalle prime indiscrezioni – sembra prevalere l’aspetto dell’ordine pubblico, con misure quasi da coprifuoco.

Una su tutte, il divieto di somministrazione di alcolici dopo le 16 e la chiusura di ogni esercizio commerciale (bar, kebab e phone center compresi) dopo le 20.

Elena Carnevali, capogruppo del Pd in Consiglio comunale, individua con precisione il punto critico:

Si parla di rilancio della via e intanto si impone un coprifuoco. Ma rilancio vuol dire desertificare una via o farla vivere? Davvero non capisco, mi sembra una politica molto contraddittoria. Non vedo nessun rilancio e nessuna attenzione alle attività commerciali.

Agli amici di Bergamo diamo un suggerimento, perché alle volte per trovare le risposte basta guardare un po’ oltre – any sense. L’esempio è quello di Torino.

p.s. sempre in tema di sicurezza, ordinaria amministrazione e ordinaria idiozia, vi segnalo che, a Padova, una donna sordomuta italiana, di origine filippina, è stata multata perché vendeva ninnoli facendo l’elemosina. 5.000 euro. L’assessore alla Polizia Municipale (!) ha le idee chiare:

Se la legge dice così non è che ci sono molti spazi di manovra. Capisco che un conto è multare chi vende ottomila paia di scarpe con il marchio contraffatto al giorno, un altro è vendere ninnoli da attaccare al telefonino. Ma è stato il legislatore a non fare distinguo. Per cui o si applica la legge o non la si applica. Dopo di ché umanamente mi dispiace perché comprendo che una multa di cinquemila euro per una persona che vive con una pensione è tantissimo. Ma escludo che si possa annullare senza un motivo valido.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...