La mano invisibile dell’alta padovana

In paese ne parlano tutti. Si racconta che fossero in sette, li hanno visti correre avanti e indietro lungo un pezzo della statale che collega Padova a Cittadella. Gli identikit ancora non si conoscono e nessuno vuole parlare. Quando domando qualcosa, baristi e giornalai abbassano lo sguardo. Sorridono, invece, i ragazzi della piazza, divertiti per tutto quel movimento di stranieri, perché qui – foresto – è anche chi viene da qualche chilometro di distanza.

Telecamere fisse, flash, taccuini, tutti davanti a una cabina dell’Enel in muratura, cinque o sei metri di altezza, rovinata dallo smog di migliaia di auto che ogni giorno ci passano affianco. Più che una cabina, è un vero e proprio manifesto elettorale post-moderno. All’inizio campeggiava la scritta a caratteri cubitali: “Prima il Veneto”. E’ dal ’79 che lo dicono, da quando la Liga Veneta venne fondata con lo slogan: “Veneti da oltre tremila anni, italiani da poco più di cento”. Poi venne il turno del più icastico “Lega Nord”.

Da lì si entrava a pieno diritto nella Regione Straniera.

Ma nessuno aveva fatto i conti con i giovani ribelli: la mano invisibile dell’alta padovana. Un’organizzazione radicata sul territorio. Secondo una prima ricostruzione, due persone camminavano in direzione opposta, cellulare in mano, collegati con altri due fermi vicino alla cabina, pronti ad avvisare in caso di arrivo delle ronde padane o della municipale italiana. Tre intanto imbiancavano. In un’ora la Lega – insieme a questi quindici anni di macerie politiche e culturali – scompariva sotto una passata di bianco. Sono le generazioni nate nel declino del modello nord-est e nelle sue contraddizioni. Tocca a loro.

Non bisogna mai sottovalutare profeti e visionari. Ma la mano invisibile dell’alta padovana ancora meno.

P.T

Annunci

4 thoughts on “La mano invisibile dell’alta padovana

  1. passo davanti per lavoro ogni giorno a quella stupida cabina, che rovina il bellissimo sfondo di quella zona, (l’unico fino a Padova). grazie a chiunque sia stato!

  2. io tifo lega perchè loro, sono dei fiki davero, fuori gli imigrati e fuori i communisti, io sono un vero leghista e mi sento di essere un rappresentante del mio popolo di padania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...