Milano Nuova, che ne pensate?

Una lista civica composta da soli immigrati per Milano? Si può fare. E’ questa l’idea di Abdel Hamid Shaari, presidente del Centro islamico di viale Jenner. Shaari precisa che non si tratterà di una lista islamica, ma di una lista laica, una precisazione dovuta, nell’Italia del 2010:

Non importa se non eleggiamo nessuno. Quel che conta è dare la possibilità a tutti gli stranieri di sentirsi parte della città. E non sarà una lista contro gli italiani, anzi contiamo anche di avere con noi degli italiani che condividano il programma che stiamo mettendo a punto e che sarà pronto nelle prossime settimane.

Un’idea tanto semplice da apparire rivoluzionaria. Nessuna alchimia elettorale, nessuna conta di voti, solamente spirito civico e volontà di partecipare alla vita pubblica. Volontà, insomma, di costruire e partecipare al futuro del nostro Paese; non a caso la lista si chiamerà “Milano Nuova”.

Le reazioni all’annuncio sono state queste:

Giuliano Pisapia, candidato alle primarie del centrosinistra:

Utile alla costruzione di una Milano più accogliente e più democratica, sicuramente meno discriminatoria.

Roberto Caputo, PD:

Lo Stato italiano è laico quindi è pericoloso mettere in campo una lista che abbia connotazioni unicamente religiose. Questo non serve all’integrazione, anzi crea steccati profondi e risulterebbe controproducente. I partiti ci sono già, se qualcuno vuole fare politica può iscriversi e candidarsi. Partecipando però alla vita della città, non isolandosi per dar vita a ghetti all’incontrario.

Davide Boni, Lega Nord:

Sarebbe una discriminazione al contrario, una deriva pericolosissima.

Igor Iezzi, Lega Nord:

Mi auguro che non ci ritroveremo in consiglio comunale un nuovo Mohamed Game.

Romano La Russa, PdL:

Un partito della Shaaria? No, grazie. Milano non ha bisogno di una lista per islamici che sostenga le istanze degli immigrati: la città ha dimostrato di saper accogliere con gran cuore gli stranieri che vogliono lavorare e rispettare le leggi.

Pericolo di creare steccati, una deriva pericolosissima o per una Milano più accogliente. Voi che ne pensate?

Annunci

2 thoughts on “Milano Nuova, che ne pensate?

  1. le dichiarazioni sopraelencate non sono degne nemmeno di essere definite tali… a parte la prima, sembra che non abbiano nemmeno letto ciò che gli si chiedeva di commentare!!! e dire che la dichiarazione è in italiano perfetto……………..‌

  2. Non credo affatto che per “dare la possibilità a tutti gli stranieri di sentirsi parte della città” la strada maestra sia quella di creare un’etichetta ed aderirvi.. credo sia invece quella di favorire l’adesione degli stranieri in primo luogo alla società e alle sue espressioni.
    C’è anche da dire che in questi anni si è fatto davvero poco per raggiungere un pò di coesione sociale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...